Tempo di lettura: 1 minuto

Dirty soccerLECCE – Sono attese per domani le sentenze di primo grado nell’ambito dell’inchiesta denominata “Dirty soccer” e scaturita dalle indagini della Procura Distrettuale Antimafia di Catanzaro. La Giustizia sportiva si pronuncerà sui casi di Catania, Teramo e Savona, con queste società che rischiano forti sanzioni. In particolare, per il club etneo si profila la possibilità di essere retrocesso in Lega Pro con una pesante penalizzazione tra i 10 ed i 12 punti.

Rischiano addirittura la Serie D, invece, sia il neopromosso Teramo in B, che il Savona. Le controparti avranno 48 ore di tempo per presentare le proprie tesi difensive, un lasso di che potrebbe tuttavia raddoppiare a seconda delle questioni. Inoltre, nell’inchiesta figurano anche altre società di Lega Pro e serie inferiori tra le quali spiccano i nomi di Vigor Lamezia, Torres e Brindisi.

Solo dopo aver conosciuto le sentenze, tanto la governance della Serie B, quanto quella di Lega Pro stileranno i rispettivi calendari per la stagione 2015/’16.

Le sentenze (Catania, Savona-Teramo e primo filone Dirty Soccer) saranno tutte pubblicate e consultabili sul sito della Federcalcio.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.