Tempo di lettura: 4 minuti
Alessio Palmisano Nardò
Alessio Palmisano

POLLA- Prosegue veloce la preparazione del Nardò al prossimo campionato di Serie D. Nel ritiro campano di Polla mister Ragno, oggi 48enne, sta affinando al meglio i meccanismi della sua creatura, oggi alle prese con il test contro i disoccupati campani di Lega Pro, finito 7-2 per la formazione neretina. Nell’amichevole il trainer molfettese ha schierato i suoi con il 4-4-2. Nel primo tempo sono stati schierati Chironi; Stranieri, Strumbo, Balistrieri, Mancarella; Palmisano, Lanzillotta, Vicedomini, Montinaro; Malcore, Lattanzio. Le prime due reti della partita sono state firmate dal “genio” Matteo Montinaro, bravo a ribaltare l’iniziale vantaggio della rappresentativa campana. A pochi minuti dalla fine del primo tempo, l’altro ex Lecce Malcore ha siglato la terza rete. Nella ripresa Ragno ha stravolto un po’ la formazione mettendo in campo, sempre col 4-4-2 Liaci (Pompignano); Del Priore (difensore classe 1996 proveniente dal Melfi), Puglia, Signore, Mancarella (Franco); Montinaro (Alemanni), Gigante, Vicedomini, Caporale; Corvino, Malcore (Facecchia). All’iniziale gol della bandiera campano hanno risposto l’attaccante Facecchia, Corvino, Caporale. A pochi minuti dalla fine Alemanni ha poi fissato il punteggio sul 7-2 finale.

Carica Palmisano– Tra le frecce a disposizione di Ragno ci sarà ancora Alessio Palmisano, deciso a rifarsi con i fiocchi in Serie D dopo l’ultimo anno vissuto con i saliscendi causati da qualche infortunio di troppo. La fiducia dei pilastri societari ha spinto Palmisano alla riconferma dopo la promozione dello scorso campionato: “Sono contento di essere rimasto qui a Nardò. Ho sentito sempre la fiducia del presidente Fanuli, della società e di mister Ragno. Per me non poteva che essere una gioia rimanere in questa piazza con i nostri tifosi che ci caricano sempre“. A Polla il Nardò sta lavorando intensamente per preparare la prossima stagione, mettendo a punto più soluzioni tattiche per cercare di far bene; “Il ritiro? Stiamo andando benissimo, stiamo lavorando nel modo migliore. C’è un gruppo di ottimi compagni, lavoriamo al massimo ed in questi giorni proviamo un po’ di tutto”. Per il bene della squadra Palmisano potrebbe anche abbandonare la sua classica collocazione da cursore sull’out destro: “Non stiamo provando solo il classico 4-4-2 che il mister è solito usare. Nel 4-3-1-2 di ieri per esempio mi sono calato nei panni del centrocampista centrale”. A 26 anni Palmisano s’appresta a cominciare la sua terza stagione con il Nardò. Seppur le esperienze non siano state consecutive (lungo intervallo di tre anni speso tra Copertino e Taranto), Palmisano a 26 anni potrebbe essere uno dei “senatori” del nuovo corso. Il fatto però non permette voli pindarici all’esterno martinese: “Sicuramente posso entrare tra i ‘vecchi’ già a 26 anni ma, naturalmente, ho ancora tantissimo da imparare da gente più esperta di me che è qui. Aiuterò gli under e quando ci sarà da dare una mano sarò il primo a calarsi“. Sull’apporto dei nuovi innesti Palmisano è sicuro: “Chi m’impressiona di più? Lanzillotta, fin dal primo giorno. Poi Lattanzio, un attaccante con i fiocchi. Anche gli under mi sono piaciuti, sono tutti bravissimi. L’importante è lavorare concentrati“. La longevità di Palmisano con il Toro porta al ricordo della stagione 2010-2011, prima esperienza in D del martinese e ultima stagione con il Nardò nei quartieri altissimi dell’ex Interregionale. Da quel campionato si possono creare spunti interessanti per il futuro: “Mi ricordo bene di quella stagione. All’inizio non giocavo molto, ero al mio primo anno in D, un campionato molto più difficile dell’Eccellenza. Piano piano però, grazie al mio impegno negli allenamenti, ho guadagnato la fiducia di mister Maiuri. Cosa vorrei si ripetesse quest’anno? Prima di tutto l’entusiasmo dei tifosi, ad ogni partita c’era parecchia gente a seguirci. Sul campo arrivammo a giocarci i play-off, di certo non fu male. Spero, perché no, che si ripetano anche questi risultati”.

Cassano Nardò
Simone Cassano, nuovo difensore del Nardò

Arriva Cassano– Sul fronte del calciomercato è sempre attivo il diesse Corallo. In giornata il Toro ha definito il passaggio in prestito secco del baby Simone Cassano, difensore centrale proveniente dalla formazione “Berretti” del Lecce. Già da due anni colonna della cantera giallorossa, il classe 1997, bravo anche a destra, ha realizzato ben 8 reti nella scorsa stagione. Nel suo curriculum, il difensore brindisino può contare anche su una convocazione nella nazionale under 18 e su una nella rappresentativa di Lega Pro.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.