Tempo di lettura: 2 minuti
trinchera
Stefano Trinchera, diesse del Lecce

LECCE (di Massimiliano Cassone) – Il calcio è in affanno e annaspa tra campo e tribunali e mentre l’estate per numerosi club di ogni categoria e il Procuratore Stefano Palazzi diventa sempre più afosa, a Lecce si vola sulle ali dell’entusiasmo e ci si rinfresca coi sogni di una storia importante che continua.

Tra il ricordo del passato glorioso vissuto col Memorial Franco Iurlano ed il promettente presente grazie alle riconferme di Papini, Salvi e Lepore, agli arrivi di De Feudis, centrocampista di categoria superiore, e di Nicolò Gigli, giovane difensore centrale di proprietà della Fiorentina, i tifosi viaggiano “tre metri sopra al cielo”.

Stefano Trinchera e Romualdo Corvino continuano a lavorare sotto traccia per consegnare chiavi in mano una bella fuoriserie ad Antonino Asta. E mentre il diesse è spesso in visita nel ritiro di Castel di Sangro e segue con sguardo attento gli allenamenti dei ragazzi, il figlio del famosissimo Pantaleo opera con una meticolosità che ricorda tanto la precisione certosina del padre. È più di un consulente di mercato, è testa e cuore di un progetto che inizia a prendere forma.

Papini e Mosca
Moscardelli e Papini perni del nuovo Lecce

L’entusiasmo sta viaggiando sul web, sui social facebook, twitter e istagram, ad iniziare da Corrado Liguori, dirigente del nuovo corso giallorosso, per finire a Moscardelli, Papini e Lepore, tutti manifestano serenità e ottimismo.

Dulcis in fundo la società di Piazza Mazzini è pronta a presentare la domanda per un eventuale ripescaggio, investendo così ben un milione di euro.

Sembra tutto perfetto, ma come sempre sarà il campo a decretare vincitori e sconfitti. È questo il fascino del calcio.

La prima chiamata alle armi per il nuovo Lecce arriverà il 2 agosto; nel primo turno preliminare di Tim Cup bisognerà affrontare il Catanzaro. Contro un avversario tosto e di categoria ci vorrà subito una prova di maturità e chissà se per quella data altre frecce importanti non siano state scagliate dalla coppia Trinchera-Corvino al centro degli obiettivi di calciomercato. I tifosi sognano un grande attaccante, di quelli che vedono la porta anche ad occhi chiusi.

Antonio Asta
Tonino Asta, mister del Lecce

L’ossatura della squadra sarà formata da Papini, Salvi, Moscardelli, Lepore, Mannini, Beduschi, Vinetot, Abruzzese, il giovane Herrera, con l’aggiunta dei nuovi innesti De Feudis e Giglio e Schiavi prossimo alla firma; ancora non si sa chi sarà il terzino sinistro e chi la punta necessaria per dare man forte a Moscardelli, idolo incontrastato dei tifosi.

Bisogna aspettare… nell’attesa, oggi, si gioca contro il Barrea col pensiero all’ostacolo Catanzaro; superare i calabresi e andare avanti in Coppa Italia sarebbe un’ottima iniezione di fiducia.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.