Tempo di lettura: 1 minuto

Papini e MoscaLECCE (di Car. Tom.) –  In casa del Lecce c’è da sciogliere con urgenza il nodo allenatore e poi concentrarsi sulla “costruzione” della rosa per la stagione sportiva 2015-’16. Nel farlo, si potrebbe ripartire da due elementi di esperienza e tanto amati dai tifosi giallorossi: si tratta dell’attaccante Davide Moscardelli e del centrocampista Romeo Papini. Quest’ultimo, anche se al momento potrebbe essere un’ipotesi azzardata, potrebbe indossare la fascia da capitano nel  prossimo campionato: “Il prof”, come lo ha soprannominato il presidente uscente Savino Tesoro, è infatti un trascinatore fuori e dentro il rettangolo verde e sembra essere il profilo dell’uomo giusto per prendere per mano la nascitura squadra.

“Moscardelli o Papini potrebbero anche restare. Romeo è un mio amico e abbiamo giocato anche insieme in passato, a Terni. Lo stesso si può dire di alcuni calciatori in prestito altrove e che rientreranno in sede. In ogni caso, c’è prima da vedere chi sarà l’allenatore e poi penseremo al resto”: queste le parole del neo-direttore sportivo giallorosso, Stefano Trinchera. Potrebbero rimanere nel Salento anche tre altri elementi di esperienza, come il difensore Giuseppe Abruzzese, il mediano Stefano Salvi e l’esterno di centrocampo Daniele Mannini, tutti sotto contratto. L’obiettivo dichiarato è quello di creare una rosa competitiva composta da un mix di giocatori di esperienza e di giovani promesse, con il desiderio dichiarato di “coltivare” anche il settore giovanile.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.