Tempo di lettura: 2 minuti

mostra Luoghi non luoghiLECCE (di Gemma De Rosa) – Il primo giorno di estate, nella cornice cinquecentesca di Palazzo Vernazza a Lecce, è stata inaugurata la mostra fotograficaLuoghi non luoghi” che racconta, attraverso le immagini, come i ragazzi del centro educativo Ambarabà di Carmiano siano riusciti a far rivivere un non luogo, il cinema “Galleria” di Copertino da anni inutilizzato, diventato sede dei loro studi incentrati sulla società circense ed il suo essere formativa, educativa e creativa.

Protagonisti dell’esposizione sono Giovanna, Andrea, Cosimo, Debora, Emanuela, Hasan, Matteo, Ilaria, Mariagrazia, Nico ed Emanuele che hanno vinto la menzione speciale “Sottosopra” al Museo Macro di Roma dove, il 29 maggio scorso, si è tenuta la finale del “Tuttomondo contest” indetto da Save the Children Italia.

Alla presentazione della mostra, aperta fino al prossimo 28 giugno dalle ore 18:30 alle ore 20:30, sono intervenuti tra gli altri Maria Rita Verardo, magistrato già presidente del Tribunale per Minorenni di Lecce, Luigi Coclite, assessore al turismo del Comune di Lecce, Rita Perchiazzi, presidente della Camera Minorile di Lecce, Sergio Limongelli, responsabile del percorso di educazione alla fotografia per i ragazzi di Ambarabà, Luigi Russo, responsabile dello stesso centro educativo carmianese ed Hasan Bonyadi, uno dei ragazzi attori del progetto, ex ospite del centro educativo.mostra Luoghi non luoghi 2 

Ma cosa sono i “non luoghi“? Sono degli spazi senza vita che a volte coincidono con dei contesti effettivamente avulsi dal nostro vivere quotidiano ma che spesso fanno parte del nostro modo d’essere e di vivere. Sicché, non luoghi sono ad esempio i pranzi in famiglia consumati tenendo uno smartphone in mano; non luoghi sono magari quelle fotografie non stampate ma custodite in una memory card…

E non luoghi si possono definire anche quelle società in cui  non si rispetta il diritto di tutti i componenti alla felicità, quella stessa felicità ed emozione che traspariva sui visi dei ragazzi di Ambarabà e dei loro educatori. 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.