Tempo di lettura: 5 minuti

calcio e vip in spiaggiaLECCE (di Italo Aromolo) – Dopo aver accolto Mario Balotelli e Antonio Conte nello scorso agosto, le acque cristalline del Salento seducono i più celebri personaggi del mondo dello sport anche in vista dell’estate che verrà. D’altronde, la specie del calciatore al mare è sempre una delle più ambite, anche e soprattutto nella penisola salentina: rarissima e ben mimetizzata tra centinaia di bagnanti, richiama ugualmente le voglie del genere maschile, sempre assetato di calcio e, a maggior ragione, se si tratta di incontrare vis à vis i propri beniamini; idem per quelle del genere femminile, che di addominali scolpiti e costumi adamitici non disdegna mai la presenza in spiaggia. Tra le rocce dello Jonio e le sabbie dell’Adriatico, il calciatore può trovare la giusta tranquillità dopo le fatiche di un campionato: o almeno così crede, perché poi – a chi non è mai capitato? – sono decine e decine gli incuriositi che si lanciano nella corsa all’autografo e/o selfie al diffondersi della notizia della sua presenza in riva al mare. A popolare i lidi del Tacco d’Italia, specialmente da quando le classifiche nazionali li proiettano tra i più “in” del Bel Paese, non sono mancati calciatori e dirigenti della stessa U.S. Lecce: tra quelli attuali e quelli del passato, in pochissimi sono riusciti a resistere alla tentazione dell’appuntamento estivo con il mare del Salento. Quali sono le mete più gettonate?

savino tesoro a mareIL LECCE DI OGGI – Il primo posto della classifica balneare del Lecce 2014/’15 non poteva che appartenere alla quasi ex presidenziale famiglia Tesoro ed alla loro villa a Torre Lapillo: è qui che si sono intavolate molte operazioni di mercato, tenuti summit dirigenziali e trattative di vendita riguardanti il sodalizio giallorosso. La residenza con vista sul mare ha ospitato personaggi come Franco Lerda, Fabrizio Miccoli e, ultimi in ordine di tempo, alcuni esponenti della cordata salentina che sta per perfezionare i dettagli dell’acquisto del club. La stessa località, come pure lo stesso stabilimento balneare (il lido “Orange Sun”), è frequentata da un leccese doc come Checco Lepore, che tra un tuffo e l’altro quest’anno si è anche concesso una vacanza esotica a Bodrum, nel sud della Turchia. L’uruguaiano Mariano Bogliacino è invece un fedelissimo del lido “Baia Verde” a Gallipoli, location dove spesso si vede Fabrizio Miccoli che nei paragi ha acquistato una villa. Ed a proposito del “Romario del Salento”, come non citare la sua barca ormeggiata al porto di San Foca? Vendere “Giamilla” – questo il nome dell’imbarcazione – è stato il motivo per cui l’ormai ex capitano del Lecce ha fatto tappa a Termoli nello scorso dicembre, suscitando i timori di parte della tifoseria giallorossa per un suo paventato trasferimento nel club molisano.

Pochi chilometri più a sud, tra le bellezze di Otranto, hanno scelto di prendere casa in affitto Marcus Diniz e la signora Loredana, come pure letteralmente innamorati del comune più orientale d’Italia sono il portiere Max Benassi con la moglie Francesca ed il figlio Gianmarco. Un altro dei più assidui frequentatori è Giacomo Chini, vice di mister Franco Lerda: con la moglie Federica e la figlia Giulia, il tecnico originario di Siena non perde occasione di godersi il mare nostrum quando ne ha la possibilità.

Tra i calciatori che compongono l’attuale rosa, Gustavo Vagenin si è concesso qualche giorno di relax salentino prima di far ritorno in Brasile, mentre le vacanze leccesi di Walter Lopez si sono spesso distribuite tra le adriatiche Otranto e Torre dell’Orso. E poi c’è il “bomber” per antonomasia che “fa gol” anche fuori dal campo: in queste ore, Davide Moscardelli sta raccontando le meritate ferie postando foto sui social che lo ritraggono a Torre dell’Orso, a Gallipoli o a San Foca (precisamente, ai lidi “Punta della Suina” a Gallipoli e “Puntarenas” a San Foca).

IL LECCE DI IERI – Chi si innamora di Lecce e del Salento una volta, difficilmente non vi fa ritorno. Così, sono tantissimi gli ex calciatori e/o dirigenti del club di Piazza Mazzini, anche non necessariamente salentini di nascita, per cui la vacanza a Lecce costituisce una tappa irrinuciabile nel loro programma estivo. Casa madre del mondanità balneare è indubbiamente lo storico lido “Tabù” di Porto Cesareo, nelle cui acque si sono immerse decine e decine di celebrità del mondo pallonaro. La famiglia del cittì della Nazionale Antonio Conte lo frequenta da sempre, come pure in passato è stato avvistato il precedente commissario tecnico, Cesare Prandelli. L’ex attaccante della Juventus Mirko Vucinic vi noleggia annualmente l’ombrellone, la bandiera leccese Ernesto Javier Chevanton raramente si è fatto mancare una capatina, mentre l’ex tecnico giallorosso Francesco Moriero da anni affitta una casa in zona con moglie e figli. Tra i personaggi che non hanno particolari legami con la terra salentina, segnaliamo il difensore della Fiorentina Nenad Tomović, che ne ha fatto un must nei suoi due anni di permanenza a Lecce, e la grande coppia di amici Guido Marilungo e Gianni Munari, che nel comune jonico ha scelto di acquistare una casa in società.lori

Sotto il sole di Porto Cesareo si sono addirittura consumate trattative di mercato che in un modo o nell’altro hanno cambiato la storia del Lecce: è il caso dell’approdo di Fabrizio Lorieri nelle vesti di preparatore dei portieri nello staff tecnico di mister Gigi De Canio, agli inizi della stagione 2010/’11. Mediatore dell’operazione è stato l’allora medico sociale del Lecce, il dottor Peppino Palaia, che nella sua biografia ha raccontato come proprio in un incontro estivo a Porto Cesareo – località in cui sia Palaia che Lorieri sono soliti trascorrere le vacanze – l’ex portiere del Lecce gli ha confidato la volontà di entrare a far parte dello staff di De Canio, proposito che lo stesso Palaia ha “girato” con successo al tecnico materano in un incontro avuto il giorno seguente per la preparazione del ritiro a Tarvisio.

Tornando al mare, è stata la marina di Ugento ad incantare irreversibilemente il bomber David Di Michele, tanto da indurlo a comprarvi casa, mentre l’estate del diesse del Torino Gianluca Petrachi si divide tra le aule del calciomercato e un noto residence di San Cataldo, che nei week-end lo vede spesso protagonista di partitelle a calcetto con gli amici. Guillermo Giacomazzi è un assoluto habituè del lido “L’Isola dei briganti” di San Foca, ma anche la famiglia Semeraro è una grande amante del mare salentino: l’ex patròn giallorosso Giovanni è proprietario di una villa a Castro Marina, dove è solito trascorrere l’estate con i suoi figli.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.