Tempo di lettura: 1 minuto
trofeo Acli
Alfredo Fiorentino

LECCE (di Italo Aromolo) – Ci sono storie paradossali che testimoniano la grandezza del cuore di certe persone. Ti aspetti che a fare beneficenza siano i grandi club, come il Real Madrid che fattura mezzo miliardo, o Messi che ne guadagna centinaia di milioni all’anno, ma poi scopri che sono le piccole realtà calcisiche amatoriali, per giunta in grandi difficoltà economiche, a regalare le più belle manifestazioni di solidarietà. La storia è quella del panettiere leccese Alfredo Fiorentino, nel tempo libero allenatore della squadra di calcio amatoriale “Immobiliare Taurino”. Questa sera, alle ore 21:00, nel centro sportivo di Fabrizio Miccoli a San Donato, i suoi ragazzi saranno impegnati contro la formazione “Ligragas” nella finale play-out del Trofeo Acli (categoria over 30).

Non è, però, una partita come le altre, perché nel corso della stessa si terrà una raccolta fondi da destinare all’associazione umanitaria “Fratres”, che opera a Lecce per aiutare economicamente 20 famiglie disagiate. Un’iniziativa fortemente voluta dal panettiere leccese, che proprio in questi giorni è stato costretto a chiudere la sua attività nel centro di Lecce ma che mai ha smesso, anche in tempi di fortissima crisi, di porgere la mano a chi ha più bisogno. Si racconta infatti che, negli ultimi giorni di lavoro, sia riuscito a mettere da parte i pochi guadagni a disposizione per riservare un dolce, un panino o una pizzetta ai più poveri ed affamati del quartiere. Adesso, dai forni è passato al pallone ma l’obiettivo non cambia: vincere sì, ma per aiutare gli altri.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.