Tempo di lettura: 2 minuti
Match 62 Men
Paolo Ingrosso

Chiudono al quarto posto, al termine di un torneo strepitoso, Paolo e Matteo Ingrosso nel FIVB Major Series di beach volley, disputatosi nel fine settimana a Stavanger in Norvegia.

Un quarto posto che rappresenta il miglior piazzamento dei gemelli della Beach Talents in un Grand Slam del World Tour e che ha visto Paolo e Matteo disputare ottime gare, superando nell qualifiche dapprima i norvegesi Solhaug-Bergerud per 2-1 in rimonta e poi, sempre costretti a recuperare un set, i messicani Virgen – Ontiveros.

E mentre due coppie italiane, quelle composte da Vanni-Tomatis e da Ranghieri-Carambula, lasciavano la Norvegia anzi tempo, Paolo e Matteo finivano all’interno di un girone di ferro contro gli olandesi Brouwer-Meeuwsen, gli spagnoli Herrera – Gavira e i brasiliani Alvaro Filho – Vitor Felipe, praticamente il meglio del beach volley a livello mondiale.

Strada in salita per la coppia di Leverano che cede per 2-0 agli olandesi e per 2-1, ma combattendo punto su punto, agli spagnoli. I brasiliani, invece, non si presentano al match con i gemelli Ingrosso e perdono la partita: vittoria che consente a Paolo e Matteo di avanzare nel .

Ottime nella giornata di sabato le prestazioni dei ragazzi allenati da Andrea Raffaelli, esparto coach marchigiano e già azzurro olimpico: dapprima si sbarazzano degli americani Brunner-Lucena, quindi dei russi Semenov-Krasilnikov, sempre per 2-0. E mentre l’altra coppia azzurra, quella formata da Nicolai e Lupo abbandona il torneo eliminata agli ottavi, Paolo e Matteo disegnano il capolavoro: ai quarti affrontano i pluricampioni del mondo Ricardo – Emanuel, numero 5 del seeding.

La coppia salentina non si disunisce mai e stravince con il punteggio di 2-0 (17-21, 13-21).

Meno brillanti le loro prestazioni nelle gare di domenica, in cui devono cedere di fronte a due coppie polacche: Losiak-Kantor, che si aggiudicano la semifinale per 2-0 e, successivamente, nella finale per il terzo e quarto posto, Fijalek-Prudel.

Un quarto posto che rappresenta un bel trampolino di lancio verso Baku, dove Paolo e Matteo difenderanno I colori azzurri nelle Olimpiadi europee e saranno in gara già da mercoledì.

Nota – Questo comunicato è stato pubblicato integralmente così come è giunto in Redazione . Pertanto questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di “Leccezionale”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.