Tempo di lettura: 1 minuto

Vibrie4_foto Andrea DonatiLe Vibrie si arrendono alle Neptunes dopo una stagione straordinaria; perdono a Bologna per 32-0 nella gara valevole per la qualificazione alle semifinali nazionali ma possono ben dire di aver scritto una pagina importante per il Football americano salentino.

A coach Emanuele Prete spettano le considerazioni sulla stagione: “A Bologna si è concluso il nostro primo campionato. In una partita extra dove in palio c’era la semifinale è venuta fuori tutta l’ esperienza delle nostre avversarie proiettate verso il titolo perso l’ anno scorso in finale. Per quanto ci riguarda il solito primo tempo da dimenticare, poi nella ripresa tanto cuore e tanto orgoglio. Ma il roster ridotto non aiuta. Erano 13 le ragazze nella prima di campionato, pochi sanno invece che siamo andati ad affrontare le Neptunes in 10 e rimaste poi in 8 fino alla fine della partita, e quando era facile mollare le Vibrie  buttavano le basi per il futuro. Non si sono risparmiate hanno lottato fino alla fine, sempre. Ripartiremo proprio da qui. Questa partita persa per noi sarà un punto di partenza e non di arrivo. Sono orgoglioso e onorato di guidarle. Ringrazio tutte le nostre ragazze e chi insieme a me, in particolare Daniele Quarta e Alessandro Attanasio, ha perso sonno per questa squadra di pazze. Questo per noi era il primo campionato, era il campionato di  presentazione, tutto era incognito. Abbiamo conosciuto, ci hanno conosciuto e rispettato dentro e fuori dal campo, abbiamo visto altre realtà, ci siamo confrontati, ora ne conosciamo il livello a noi spetta superarlo in vista del prossimo anno. Intanto gli allenamenti e tutte le attività  continuano, reclutamento incluso”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.