Tempo di lettura: 3 minuti

Michele_EmilianoLECCE – Al momento, il centrosinistra è in netto vantaggio in Puglia con Michele Emiliano e Cinque Stelle che si impone come primo partito staccandio di ben quatro punti il Pd. La prima proiezione dell’Istituto Piepoli per Rai dà Emiliano al 44,5% e al secondo posto Antonella Laricchia, con il 20,0%, quindi Francesco Schittulli al 17,1%, Adriana Poli Bortone al 14,7%, Gregorio Mariggio al 2,0%, Riccardo Rossi all’1,2% e Michele rizzi allo 0,5%. Il Movimento Cinquestelle è il primo partito con il 20,2%. Segue il Pd con il 16,7%, Forza Italia all’11%, Fitto al 10,1%. Emiliano, “una vittoria folgorante”  queste le prime parole di Michele Emiliano, giunto al suo comitato elettorale, dopo essere passato a salutare Antonella Laricchia, la candidata di 5 Stelle destinata a giungere seconda con numeri assai significativi.

“Dal 2004 in Puglia una serie impressionante di vittorie -dice ancora Emiliano visibilmente emozionato – importante il risultato dei grillini e per certi versi previsto e auspicabile. La politica italiana può prendere un indirizzo diverso ss Pd e 5 stelle prenderanno atto del cambiamento”. Il candidato del centrosinistra in vantaggio in Puglia, è andato a incontrare Laricchia per complimentarsi. Decaro (Pd), dato delle proiezioni conferma i sondaggi “Ho visto poco fa Michele Emiliano, è tranquillo e rilassato, la prima proiezione che lo da al 44,5 % conferma i dati che ci arrivano dalle prime sezioni scrutinate ed i sondaggi degli ultimi giorni, ha fatto bene per dieci anni il sindaco di Bari e farà bene il presidente della Regione Puglia” ha detto ai giornalisti a Bari Antonio Decaro, sindaco di Bari e già deputato del Pd, molto legato a Matteo Renzi. Quanto alla presunta tensione nei rapporti tra Emiliano e Renzi, che non è venuto in Puglia durante la campagna elettorale, Decaro ha minimizzato dicendo “non c’è nessun problema, la verità è che Renzi è stato impegnato soprattutto nelle regioni che erano più in bilico alla vigilia”.

Per la Poli Bortone, non è confortante la scarsa partecipazione “Non è confortante il fatto che in Puglia siano andati a votare pochi cittadini”, è il primo commento di Adriana Poli Bortone, candidata alla presidenza della Regione Puglia per Forza Italia, Noi con Salvini, Partito liberale italiano e Puglia Nazionale. La senatrice non era sostenuta dall’interno centrodestra, che si è spaccato sul nome del candidato presidente e ha visto le liste Oltre con Fitto, Movimento per Schittulli e Fratelli d’Italia correre invece a sostegno di Francesco Schittulli. La Poli Bortone sta aspettando i risultati delle urne nel comitato elettorale di Lecce, la sua città, di cui è stata per due volte sindaco. “Secondo me è ancora molto presto per dire qualcosa – ha dichiarato-. Se a Lecce abbiamo il 49,60, tuttavia c’è da registrare questa disaffezione dei cittadini al voto, di cui bisogna tenere conto. Non so ancora cosa sia accaduto in provincia di Lecce e in tutta la Puglia ma non mi sembra bello per niente. D’altra parte si capiva anche in campagna elettorale che non c’era grande partecipazione della gente, questo deve fare capire alla politica che deve cambiare registro e fare in modo che la gente si senta motivata, che abbia idee più chiare, che non ci sia schizofrenia di obiettivi politici. Questo è un momento difficile, credo che questa campagna saper ira a fare riflettere sulle prospettive future”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.