Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Si è costituito, presentandosi in Questura a Catanzaro, Maurizio Antonio Pagnaniello, detto “Morris”, portiere dalla Pro Patria, coinvolto nell’operazione “Dirty Soccer” del 19 maggio scorso contro due organizzazioni accusate di alterare i risultati di partite di calcio di Lega Pro e Lega Dilettanti. Al momento del blitz il calciatore si trovava in Spagna. Al suo rientro in Italia si è consegnato alle autorità. Così il pm titolare delle indagini, coordinate dalla Dda, Elio Romano, ha potuto interrogare l’estremo difensore. La gara Cremonese-Pro Patria è una di quelle partite finita sotto le indagini della Procura di Catanzaro, match disputato lo scorso dicembre.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.