Tempo di lettura: 1 minuto

Lega Pro play-offLECCE – I play-off sempre più a rischio per il Lecce che oggi pomeriggio è stato spettatore interessato sì, ma impotente, degli anticipi di lusso della 35° giornata di campionato che hanno caratterizzato il Girone “C” di Lega Pro. Il campo ha infatti detto che nemmeno un’auspicata vittoria domani nel derby contro il Foggia garantirebbe sonni tranquilli alla formazione giallorossa. I rivali più immediati in classifica hanno giocato dei veri e propri tiri mancini alle blasonate avversarie che incontravano, tant’è che il Matera (quarto) ha battuto il Benevento (secondo), mentre la Juve Stabia (terza) ha superato la capolista Salernitana. La rincorsa del Lecce ai play-off si fa così davvero ancor più dura.

La sfida tra lucani e sanniti è terminata 2-1 per la squadra di mister Auteri. Le reti del successo materano portano le firme di Bernardi e Madonia, mentre il gol degli ospiti è arrivato allo scadere con Scognamillo. L’affermazione per 1-0 della Juve Stabia sulla compagine del patron Lotito è invece merito di Jidayi che ha realizzato una marcatura in apertura di match. Messina-Ischia si è chiusa sull’1-1, mentre Cosenza-Martina è terminata 0-0.

In classifica, il Lecce adesso insegue il Matera che occupa l’ultima poltrona che dovrebbe garantire la partecipazione agli spareggi-promozione in Serie B, staccatosi dai salentini di ben 6 lunghezze. In attesa che si giochi il derby pugliese in programma alle 16:00 di domani al “Via del Mare“, bisognerà capire anche come si concluderà Casertana-Catanzaro, con i campani a quota 56 punti, ma con la gara di Martina Franca sempre da recuperare. Ecco le prime posizioni della graduatoria dopo gli anticipi di oggi:

  1. Salernitana 76 punti
  2. Benevento 71
  3. Juve Stabia 66 
  4. Matera 63
  5. Foggia e Lecce 57 *
  6. Casertana 56**

N.B. * = 1 partita in meno

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.