Tempo di lettura: 1 minuto

Curva Nord no limitsLECCE –  La Corte di Appello di Lecce (Presidente Vincenzo Scardia) ha assolto Juri Palazzo per i reati di tentato omicidio e partecipazione ad associazione a delinquere attribuibile agli Ultrà Lecce.

I FATTI- Palazzo finì sotto processo con la grave accusa di aver tirato, il 16 marzo 2008, contro un blindato dei carabinieri una bomba carta. Quel giorno si svolgeva il corteo degli Ultras per il centenario dell’US Lecce. Il Gup del Tribunale di Lecce (Annalisa De Benedictis), in sede di rito abbreviato, aveva escluso qualsiasi responsabilità penale a carico di Juri Palazzo ma il Pm Cillo, nonostante un’articolata motivazione della sentenza di primo grado, non convinto, ha impugnato la stessa. Nel pomeriggio di oggi, dopo quasi un’ora e mezza di camera di consiglio, a seguito delle arringhe degli avvocati Giuseppe Milli e Renata Minafra, difensori del Palazzo, la Corte di Appello ha ritenuto di confermare l’assoluzione ritenendo pienamente soddisfacente il quadro probatorio offerto dalla Difesa (soprattutto il contributo video) ed invece non esaustivo quello prodotto dal Pm, ora anche Pg di udienza, costituito nelle dichiarazioni rese dal Tenente dei carabinieri, Annichiarico.

Giuseppe Milli
L’avv. Giuseppe Milli

 

Le motivazioni riservate dalla Corte chiariranno definitivamente la vicenda nei particolari che comunque sollevano dall’angoscia (durata diversi anni) un giovane ritenuto, per la seconda volta, del tutto estraneo ai fatti contestatigli.

IL COMMENTO– L’avvocato Giuseppe Milli ha commentato fiero ed orgoglioso: “Ennesimo trionfo della Giustizia in favore di ragazzi condannati in modo frettoloso prima di essere giudicati reso ancor più. Questa è una vittoria importante in quanto Juri Palazzo fa parte di una cerchia, gli Ultrà Lecce, assolutamente oggetto di feroce repressione da oltre un decennio. Di siffatta vittoria gode l’intera Curva Nord dopo tanti anni di gogna mediatica e giudiziaria”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.