Tempo di lettura: 2 minuti

#salviamogliuliviLECCE (di Tommaso Micelli) – Oggi pomeriggio, alle ore 15:00, si terrà a Lecce, in Piazza Sant’Oronzo, un presidio di protesta contro le misure individuate dalla Commissione Europea per affrontare il problema Xylella che affligge un gran numero di ulivi salentini. A detta degli organizzatori, infatti, il problema non sarebbe mai stato affrontato in maniera adeguata con i tecnici che non si sarebbero mai recati nel Salento per valutare da vicino eventuali rimedi alternativi a quelli proposti dalla Commissione Europea che, d’altro canto, non avrebbe mai preso in considerazione i risultati raggiunti dai contadini locali che hanno curato i loro ulivi secolari utilizzando esclusivamente metodi naturali. Sono già tante le dimostrazioni di sostegno pervenute agli organizzatori da numerose associazioni e personaggi famosi. Oltre a Nandu Popu (cantante dei Sud Sound System) che si è da sempre dimostrato scettico su tutta la questione Xylella, hanno aderito, anche se quasi sicuramente non riusciranno ad essere presenti fisicamente, personaggi del calibro di Marco Materazzi, Claudia Gerini, Emma Marrone, Samuele Bersani e Federico Zampaglione oltre a Pino Aprile, Albano Carrisi ed i Negramaro che hanno sostenuto fin dall’inizio la causa.

ulivo-affetto-da-Xylella-fastidiosa-11Per quanto riguarda il mondo dell’associazionismo, invece, spiccano le adesioni di WWF Lecce, Comitato No Tap, ARCI Lecce, Brindisi Bene Comune, Movimento Taranto Respira, Movimento Liberiamo la Basilicata, Legambiente Taranto e Forum Ambiente e Salute. Altra presenza importante significativa è quella del Movimento per gli Ulivi Oria: proprio il comune del brindisino, infatti, era stato scelto come punto d’inizio per l’abbattimento degli ulivi che nelle ultime ore è stato sospeso dal TAR fino alla sentenza del 9 aprile. Espressamente rifiutato dai promotori, invece, è stato il sostegno di movimenti e partiti politici. Gli unici schieramenti rappresentati, insomma, saranno quelli di chi ama gli ulivi ed il Sud che si ritrova a dover combattere quest’ennesima battaglia.

Gli enti promotori sono Csv Salento Lecce, Associazioni Spazi Popolari, Forum Ambiente Salute, Peace Link, LILT Lecce e Casa delle Agricolture Tullia e Gin.

Anche in considerazione delle ottimistiche previsioni di partecipazione e meteo, l’orario del corteo, inizialmente previsto per le 10:00, è stato spostato alle 15:00, anche in virtù della concomitanza con le celebrazioni della Domenica delle Palme. Sarà un pomeriggio in cui tanti salentini, ma non solo, si troveranno a combattere fianco a fianco per difendere quelli che possono essere considerati a tutti gli effetti degli avi di questo territorio.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.