Tempo di lettura: 1 minuto

s negro“I dipendenti dell’Axa devono essere reintegrati nel posto di lavoro che hanno occupato per oltre vent’anni. A rischio ci sono 29 posti e la chiusura di importanti strutture culturali che sono state per decenni il fiore all’occhiello di questo territorio. È compito della politica trovare soluzioni a vicende complesse e delicate come questa”.

Lo ha detto il presidente del Gruppo regionale Udc Salvatore Negro che unitamente al capogruppo alla Provincia di Lecce Nunzio Dell’Abate, e al capogruppo al comune di Lecce Luigi Melica hanno espresso personalmente e a nome del partito solidarietà e vicinanza ai 29 lavoratori dell’Axa che questa mattina hanno protestato arrampicandosi sulle impalcature della Chiesa di Santa Croce.

“Siamo vicini ai lavoratori e alle loro famiglie. È assurdo che un Ente il quale ha sfruttato per oltre 20 anni la prestazione d’opera di questi dipendenti voglia ridurli ora sul lastrico negandogli quella dignità che il lavoro garantisce a ogni uomo. Siamo d’accordo con i lavoratori Axa: la politica non ha ragione di esistere se non è in grado di trovare una soluzione a questi problemi.  Auspichiamo che la Provincia di Lecce possa reperire i fondi attraverso l’annunciata variazione di bilancio, da utilizzare per il periodo necessario ad affrontare in modo adeguato il problema con il Governo nazionale. Come Udc continueremo a stare accanto ai lavoratori fino a quando non sarà individuata una soluzione definitiva alla delicata vertenza”.

Nota – Questo comunicato è stato pubblicato integralmente così come è giunto in Redazione . Pertanto questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di “Leccezionale”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.