Tempo di lettura: 2 minuti
10979492_10204395774306959_1038203711_n
Capitan Miccoli in azione

SQUINZANO (di Car. Tom.) – Con Alberto Bollini l’imperativo è quello di lavorare sodo, fare attenzione ai minimi particolari e allo stesso tempo divertirsi. È continuata anche oggi, alla presenza del diesse Antonio Tesoro, la preparazione dei giallorossi in vista della gara di sabato al “Via del Mare”, alle ore 16:00, con l’Aversa Normanna. Match in cui il tecnico di Poggio Rusco dovrà fare a meno degli infortunati Gabriel Sacilotto (che oggi compie 32 anni) e Mariano Bogliacino che hanno continuato a svolgere lavoro differenziato. Non si è visto in campo nemmeno oggi il portiere Nicholas Caglioni che non ha lavorato con il resto del gruppo.  Un’ora e quaranta di lavoro per Papini e soci con partitella finale a tutto campo in cui hanno partecipato anche gli ultimi due arrivati in prova in casa Lecce, Cédric Baseya (attaccante franco-congolese, classe ’87, ex Monza Brianza e 195 centimetri di altezza) e la prima punta brasiliana Gabriel Alleoni (quest’ultimo, classe ’92, si allena già dalla giornata di ieri con Miccoli e soci).

TIFOSI DELUSI – Sugli spalti erano presenti una quindicina di supporter giallorossi che in alcuni momenti “isolati” dell’allenamento hanno cercato con parole forti di incoraggiare la squadra a dare di più e a “svegliarsi” già dalla prossima gara interna. Hanno incitato a dare il massimo nelle scelte anche il tecnico giallorosso che, chiamato in causa durante l’allenamento, rivolgendosi ai tifosi ha detto: “Ragazzi, fatemi finire di lavorare e poi ne parliamo”.

POSSESSO PALLA E TIRI IN PORTA – L’ex vice di Eddy Reja tiene alta la tensione dei suoi in ogni singolo momento della seduta, incentrata per la prima parte sul possesso palla e sui tiri in porta. “Fate gol, dai. Iniziamo con due tocchi, poi passiamo a quattro passaggi obbligatori. Occhio al possesso palla e alla marcatura preventiva”: sono queste solo alcune delle indicazioni del mister mantovano alla comitiva giallorossa. Infine, con la squadra schierata col consueto 4-3-3 sono state provate varie soluzioni tattiche in vista della prossima gara e da domani allenamento pomeridiano a Squinzano a porte chiuse, così come la seduta di rifinitura di venerdì, per definire gli ultimi dettagli lontano da occhi indiscreti e nella massima concentrazione.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.