Tempo di lettura: 4 minuti
Filippo Di Maira
Filippo Di Maira, attaccante del Gallipoli

TARANTO- Gallipoli a testa alta anche allo “Iacovone” nonostante gli zero punti strappati nel match contro la corazzata di Battistini. Mangiapane conferma quanto di buono sta facendo alla guida del Gallipoli e sfiora un clamoroso pareggio accarezzato con una rimonta pazzesca dopo l’uno-due tarantino che avrebbe tramortito qualunque avversario. Il gol di Gabrielloni allo spirare dei minuti di recupero fa gioire i tifosi del Taranto, raggianti per il successo, innescato dall’ingresso decisivo di Mignogna, che permette ai rossoblù di non perdere la scia del Potenza secondo. Fare risultato allo “Iacovone” era proibitivo, ma questa squadra ha dimostrato, se mai ce ne fosse stato ancora bisogno, una generosità che deve rendere orgogliosi i propri tifosi.

La partita– La gara inizia in modo equilibrato e le squadre si affrontano colpo su colpo. Marsili inaugura il tabellino delle occasioni con un tiro dai 25 metri che finisce a lato e Legari risponde con un diagonale che sfiora il palo. Poco dopo Santonocito ci prova con un tiro dal limite, ma la conclusione si spegne sul fondo. Il Taranto sfiora il vantaggio al 17’: Ibojo, su azione di calcio d’angolo, devia in qualche modo la sfera che finisce di poco al lato. L’ariete tarantino Genchi poi scalda i motori al 24’ con un bel servizio che Gabrielloni gira di poco a lato dopo aver anticipato Gabrieli in uscita. Il Gallo prova a resistere con la solita intensità che ha permesso il pari anche contro la capolista Andria e i padroni di casa faticano a trovare sbocchi; ancora Gabrielloni, al 38’, manca la porta di testa su assist di D’Avanzo. Il Taranto attacca nel finale di primo tempo: prima Genchi spaventa la difesa salentina con un sinistro dal limite e poi Marsili mette dentro una palla insidiosa che Pambianchi e Gabrielloni non girano in porta. La decisione dei rossoblù caratterizza anche l’avvio di ripresa: Gabrieli al 4’ risponde bene a D’Avanzo e cinque minuti dopo fa gli straordinari su un colpo di testa involontario di Cornacchia. L’ingresso di Negro per il debuttante Canzoneri cambia il leitmotiv del Gallo. Il classe 1995 gallipolino doc costringe subito l’altro salentino Mirarco alla parata prima di un altro tentativo rossoblù con Marsili di testa. Battistini, al 22’, lancia in campo Mignogna per D’Avanzo e dopo due minuti il Taranto passa: cross di Ciarcià, recupero di Genchi che rimette al centro e sinistro chirurgico dell’attaccante tarantino per il vantaggio. Ancora Mignogna propizia il raddoppio: al 28’ un suo assist perfetto mette Genchi nelle condizioni di mettere dentro il 18° gol stagionale. Il tarantolato Mignogna sfiora anche la complicità nel tris, ma Giglio è murato da Gabrieli. Mangiapane sveste i panni del mister ed entra in campo al posto di Santonocito per provare a dire la sua e il Gallo rialza la cresta accorciando le distanze al 40’ proprio su azione avviata da un calcio piazzato del 37enne di Alcamo; sulla punizione velenosa Mirarco devia sulla traversa prima del colpo di testa di Negro che mette dentro a porta sguarnita. Sempre Mangiapane propizia il clamoroso pari gallipolino, arrivato al 43’: traiettoria fulminea scagliata verso la porta dell’estremo neretino che si difende con qualche patema, mischia in area e palla in rete dopo una mischia rugbistica decisa da Mariano e Di Maira autore del gol. La partita sembra essere finita, ma ancora Mignogna strappa il punto al Gallipoli con una palla liftata in area dalla destra che Gabrielloni, nell’ultimo dei cinque minuti di recupero, mette in rete per il tripudio dei 3600 spettatori accorsi allo “Iacovone”. Il Taranto si prende i tre punti, ma questo Gallo figura più che bene al cospetto del più quotato avversario.

Il Tabellino

Taranto-Gallipoli 3-2

Taranto (3-4-3): Mirarco; Ibojo (12′ st Vaccaro) , Marino, Pambianchi; Cicerelli, Marsili, Ciarcià, Porcino; Gabrielloni, Genchi (35′ st Giglio), D’Avanzo (22′ st Mignogna). A disposizione: Borra, Colantoni, Lecce, Prosperi, Leggieri, Russo. All. Battistini.

Gallipoli (4-2-3-1): Gabrieli; Gigante, Cornacchia, Rosato, Levanto (39′ st G. Rizzo); Mariano, Mbida; Canzoneri (11′ st Negro), Santonocito (36′ st Mangiapane), Legari; Di Maira. A disposizione: Costantino, Rizzo, Berteina, Mauro, Mangiapane, Portaccio, Marangon, Sopcic. All. Massimo

Arbitro: Pasciuta di Agrigento

Marcatori: 24’ st Mignogna; 28′ st Genchi (T); 40′ st Negro (G); 43′ st Di Maira (G); 50′ st Gabrielloni (T)

Ammoniti: Marsili, Ciarcià, Mignogna, Genchi per il Taranto; Mbida, Rosato per il Gallipoli

Espulso: al 14′ s.t. Russo (T) dalla panchina per proteste

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.