Tempo di lettura: 1 minuto

nardò galatina traniNARDÒ (di G.De Pandis)– Non mollare fino alla fine. È questo il motto del Nardò, atteso dall’insidiosa trasferta di Trani (vietata ai sostenitori granata) sul campo di un’altra compagine che insegue i play-off, anche se, a causa dei sei punti di vantaggio dei granata su un Vieste in calo, al momento appare raggiungibile l’obiettivo inseguito dal Toro del “+7” sulla seconda classificata che aprirebbe le porte dei play-off nazionali. A cercare di chiudere quest’importante via alla compagine salentina c’è proprio la Vigor Trani, quarta a 43 punti contro i 53 del Nardò; una vittoria casalinga sarebbe più che importante per le residue speranze tranesi, appese al distacco tra il Toro ed il resto della truppa della zona medio-alta.

Il gruppo di Nicola Ragno, partito alla volta di Trani nel pomeriggio dopo la rifinitura mattutina, ha incentrato la settimana di lavoro sulla concentrazione mentale e sull’intensità fisica e, nell’ultima seduta di Nardò svolta questa mattina, ha provato delle situazioni da calcio piazzato. Al “Comunale” di Trani mancheranno soltanto Fiorentino e Palmisano, entrambi allenatisi in differenziato. A suonare la carica granata ci penserà il solito Sebastian Vicentin, voglioso di tornare in gol dopo gli ultimi due turni a secco.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.