Tempo di lettura: 5 minuti

Lecce SalernitanaLECCE (di Massimiliano Cassone) – I giallorossi di Alberto Bollini tornano al Via del Mare dopo appena cinque giorni dal trionfo contro la Juve Stabia. L’avversario di turno è la Salernitana di Menichini, capolista del Girone C del campionato di Lega Pro. Una sfida affascinante; un avvicinamento alla gara carico d’ansia e di speranza per le due squadre. Mancano Moscardelli  e Lopez per squalifica e Bogliacino e Sacilotto nel Lecce, mentre tra i granata gli indisponibili sono Perrulli, Bianchi, Pezzella. Sorpresa Papini nel Lecce, il suo recupero record dall’infortunio alla caviglia è frutto della grande forza di volontà del ragazzo, serio professionista ed impavido combattente.

Giornata di solidarietà per la società di Piazza Mazzini: sulle maglie da gioco dei calciatori giallorossi c’è un patch con i loghi dell’Associazione “Un’azione per un sorriso” di Francesco Cosenza (giocatore della Pro Vercelli), dell’Associazione di Volontariato “Il volo degli Angeli” di Stefano Lucchini (giocatore del Cesena) e l’hashtag UNITIPERGIORGIA.  Nei prossimi giorni le maglie saranno vendute all’asta su Ebay e il ricavato sarà devoluto alla famiglia della piccola Giorgia, affetta da una malattia molto rara (Dalla prossima settimana le maglie saranno messe all’asta su Ebay. Per partecipare all’asta basterà cliccare sull’immagine di Giorgia presente sul sito www.unazioneperunsorriso.it)

Anche l’US Lecce partecipa, così come i “ragazzi della Nord” che, col salvadanaio, hanno raccolto 716 in una gara e 750 nell’altra, i dati di oggi non sono ancora noti, a dare speranza alla bambina. Prima del fischio d’inizio viene osservato un minuto di raccoglimento in memoria del giovane arbitro Luca Colosimo scomparso a causa di un incidente stradale.

Le due compagini, di fronte a 6287 spettatori (record stagionale), danno vita ad un incontro combattuto.  Il primo tempo è giocato su ritmi alti già dal primo minuto con il Lecce che recrimina per un calcio di rigore e una traversa colpita da Gustavo; la squadra di Menichini gioca di rimessa ma cresce sul finire impensierendo la difesa giallorossa. Ai punti avrebbe vinto la squadra di Bollini. La gara però è formata da due tempi e nel secondo la Salernitana si dimostra più solida dei giallorossi e con un gol di Colombo conquista la vittoria. I giallorossi ci provano ma l’avversario in modo cinico e attento ricorda a tutti che è in vetta alla classifica non per caso ma perché è veramente forte. Per il Lecce non è una bocciatura ma soltanto una battuta d’arresto che andava evitata anche se l’obiettivo dei salentini sono i Play Off, quindi niente drammi ma soltanto una riflessione: bisogna diventare più cinici.

Lecce Salernitana traversa Gustavo
La traversa di Gustavo

PRIMO TEMPO – Bollini sorprende ancora e manda in campo Papini dal primo minuto e una difesa con Diniz a destra e Vinetot ed Abruzzese centrali, torna Miccoli dal primo minuto, ecco il 4-3-3: Caglioni; Diniz, Vinetot, Abruzzese, Di Chiara; Mannini, Papini, Salvi; Lepore, Miccoli, Gustavo.

Menichini risponde in modo speculare con Gori; Colombo, Trevisan, Lanzaro, Franco; Favasuli, Pestrin, Moro;  Calil, Gabionetta, Mendicino.

Parte subito forte il Lecce che al primo minuto regala con Miccoli un lampo di grande calcio; il “Romario del Salento” con un gioco di prestigio serve Lepore a destra che mette in mezzo per Mannini una palla che in modo sfortunato carambola sulla sua mano.

Al 3° minuto Miccoli si libera dalla marcatura di due avversari e, da destra, crossa in area per Gustavo che calcia a rete e la palla viene stoppata dalla mano di un difensore centrale granata, l’impressione è che sia rigore ma per Rapuano non c’è fallo. Vivaci le proteste dei padroni di casa.

Al minuto 11 Pestrin è il primo ammonito dell’incontro per un fallo su Mannini a centrocampo. I giallorossi interpretano meglio la gara. Al 27° Gustavo prova il missile dai 30 metri ma Gori para senza patemi d’animo. I padroni di casa potrebbero passare in vantaggio al 34° ma il tiro di Gustavo che si destreggia sulla destra saltando gli avversari si spiaccica sulla traversa. Sul capovolgimento di fronte Gabionetta tenta di far gol ma la sfera termina di poco a lato con Caglioni ben piazzato.

I granata crescono nell’ultimo scorcio del primo tempo e al 38° potrebbe passare in vantaggio con Colombo ma il suo tiro dal limite dell’area termina di pochissimo a lato. Al 42° ancora Salernitana che entra in area con Gabionetta recuperato coraggiosamente da Vinetot in scivolata.

La prima frazione di gioco si chiude sullo 0-0.

DSCF5260SECONDO TEMPO – A ritornare in campo sono le stesse formazioni senza nessun cambio. I giallorossi sono più determinati così come nel primo tempo ma i granata sono sempre pericolosi quando partono in contropiede.

Si combatte in ogni zona del campo e col passare dei minuti l’intensità aumenta da ambedue le parti: si affrontano due grandi squadre.

Al 58° passa in vantaggio la Salernitana con un gran colpo di testa del difensore Colombo che raccoglie l’invito su calcio d’angolo, brucia i difensori giallorossi, e batte Caglioni.

Bollini decide di effettuare due cambi e manda in campo Herrera ed Embalo a sostituire Lepore e Miccoli. Menichini risponde con Negro al posto di Gabionetta. Herrera diventa l’attaccante centrale mentre Embalo si posiziona a destra. Il tecnico amaranto al 66° cambia l’attaccante Nalini sostituisce Mendicino.

Al 71° Herrera si destreggia bene ma il suo tiro in diagonale termina fuori. I giallorossi si rendono ancora pericolosi al 73° con Gustavo che mette in mezzo una palla al veleno deviata in angolo da Colombo. Il Lecce si riversa in avanti ma la Salernitana difende bene e riparte veloce. A dieci minuti dal termine Bollini effettua l’ultimo cambio: esce Papini entra Doumbia. Tre minuti dopo ultima sostituzione granata: esce Favasuli entra Bovo.

La squadra campana è granitica in fase difensiva e sembra un gigante invalicabile per il Lecce che ci prova con tutte le forze e potrebbe pareggiare al 90° dopo un contropiede di Embalo, semina il panico e serve Gustavo che, col portiere fuori dalla porta, tenta il pallonetto in modo disastroso, la palla termina fuori.

La gara termina qui. La Salernitana espugna meritatamente il Via del Mare e vola altissimo in classifica.

TABELLINO

LECCE-SALERNITANA 0-1

LECCE (4-3-3): Caglioni; Diniz, Vinetot, Abruzzese, Di Chiara; Mannini, Papini (80° Doumbia), Salvi; Lepore (61° Herrera), Miccoli (61°Embalo), Gustavo. A disposizione: Scuffia, Beduschi, Filipe, Manconi. Allenatore Alberto Bollini

SALERNITANA(4-3-3): Gori; Colombo, Trevisan, Lanzaro, Franco; Favasuli (83°Bovo), Pestrin, Moro;  Calil, Gabionetta (62°Negro), Mendicino (66°Nalini). A disposizione: Russo, Tuia, Bocchetti, Cristea. Allenatore Leonardo Menichini

ARBITRO: sig. Antonio Rapuano di Rimini

ASSISTENTI: sig. Francesco Barbetti di Albano Laziale (RM) e sig. Leonardo Camillucci di Macerata

MARCATORI: 58° Colombo (S),

AMMONITI: 11° Pestrin (S), 63° Vinetot (L), 64° Colombo (S)

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.