Tempo di lettura: 1 minuto

Souleymane DiamouteneLECCE – A Lecce, per tutti i tifosi, è “Dedè“. Parliamo del difensore maliano Souleymane Diamoutene che ieri pomeriggio è tornato nel Salento, per la precisione nello stadio “A. Bianco” di Gallipoli dove ha seguito la gara tra i giallorossi jonici e la Fidelis Andria. L’ex stopper classe 1983, che nella passata stagione ha militato  tra le fila della Lupa Roma con uno score personale di 13 presenze ed 1 gol, si sta infatti allenando in prova con la formazione federiciana che vorrebbe ingaggiarlo per centrare la promozione.

Diamoutene, oltre che nel Lecce, nella Serie A italiana ha giocato anche indossando le maglie di Perugia, Roma e Bari. Tra l’altro, ha all’attivo 48 presenze con la propria Nazionale ed anche l’impiego in Champions League all’epoca della sua permanenza nella Capitale (2009) e nel capoluogo salentino ha lasciato ottimi ricordi e tanti amici. In maglia giallorossa (leccese) vanta 144 partite di campionato (74 in Serie A e 70 in Serie B) a partire dalla stagione 2004/2005 con mister Zdenek Zeman in panchina e 2 gol totali. Il suo addio al Lecce risale al 2011, dopo essere rientrato alla base al seguito delle esperienze con Bari e Roma, ma trova un clima assai ostile da una frangia della tifoseria giallorossa che gli contesta l’aver militato tra le fila biancorosse ed alcune dichiarazioni rilasciate che non erano affatto piaciute. È in quel particolare contesto che il forte difensore nativo di Sikasso subì un aggressione durante un allenamento. L’episodio segnò la sua permanenza a Lecce, col club salentino che lo cedette definitivamente nel 2012 al Levski Sofia. seguì l’esperienza nella Lupa Roma ed ora, da svincolato, potrebbe arrivare un contratto fino al termine della stagione col club andriese.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.