Tempo di lettura: 3 minuti
de giorgi nardò galatina
Diego De Giorgi, difensore del Nardò 

NARDÒ – Uno scivolone da metabolizzare al più presto per riprendere la corsa alla Serie D, ormai da inseguire per l’angusta via dei play-off. Il Nardò cede il passo tra le mura amiche al Mola e, complice la vittoria del Francavilla in quel di Vieste, vede aumentare il proprio distacco dai biancazzurri a 5 punti, con la società del presidente Magrì che ipoteca il passaggio in quarta serie. La sconfitta casalinga col Mola fa male per il modo in cui è avvenuta, per occasioni accumulate e per la dinamiche dell’ (auto)gol vittoria di De Giorgi. La gente del Toro però non è mai doma, e da questa caduta saprà raccogliere la forza per rialzarsi e lottare fino alla fine all’inseguimento di un obiettivo che è comunque alla portata.

La partita– Ragno preferisce De Giorgi ad Antico per la sostituzione di Anglani ed arretra Corvino sulla linea dei centrocampisti (per rimpiazzare l’altro squalificato Palazzo) a beneficio di Rana, spalla di Vicentin. A pochi minuti dal fischio d’inizio Montinaro ha una buona occasione, ma l’assistente della signora Ferrieri Caputi ferma il gioco. Il Mola, messo bene in campo dal 4-3-3 di Muzio Fumai, affronta bene il Nardò rispondendo colpo su colpo: prima Capriati e poi Tenzone timbrano le prime occasioni molesi. Al 15’ Montrone ha una buona occasione di testa ma l’inzuccata è intercettata da Petruzzelli. Il Toro prova a far suo il match con Vicentin, ma l’argentino manca l’aggancio con la sfera. Al 26’ un bel dialogo Corvino-Rana per poco non porta al tiro l’ex Bari, anticipato al momento della conclusione. L’accelerazione granata trova anche il sussulto di Vicedomini, ma il tiro dell’ex Taranto non è preciso. La fine del primo tempo è ancora di marca neretina: Fiorentino crossa al centro per Corvino che, di testa, manda alto da buona posizione.

Il Nardò continua a cercare di far sua la partita nella ripresa, ma Corvino tira centralmente al 3’. L’attaccante di Caprarica manca ancora l’appuntamento col gol al 5’ dopo una bella sponda di Vicedomini su lancio di Fiorentino. Le occasioni sono tutte granata, il gol sembra maturare, ma Rana prima con un tiro debole e Vicentin con un tiro parato da Petruzzelli mantengono ancora il risultato sullo 0-0; sul tiro del puntero è provvidenziale il salvataggio di Lorusso, prodigioso sul tentativo di tap-in di Vicedomini. Come nel più proverbiale degli andamenti calcistici, ai tanti tentativi sciupati dal Toro segue il gol del Mola alla prima vera occasione: cross di Capriati, errore di comunicazione tra Caroppo e De Giorgi e pallone che finisce in rete dopo il tocco di quest’ultimo. Il Toro incassa il colpo e attacca a testa bassa nel tentativo di raddrizzare il match. Vicentin e Corvino si vedono annullate le rispettive reti per fuorigioco e al 37’ Caporale, dopo una bella fuga, trova l’argentino che fa la barba alla traversa con un colpo di testa dei suoi. Nel recupero l’assedio granata, anticipato dal tiro molese di Fieroni finito a lato. Corvino, servito da De Giorgi, ha sui piedi la palla dell’1-1, ma il suo tiro è debole, facile da parare per Petruzzelli. Un rivedibile Nardò getta così alle ortiche molte delle speranze residue di agguantare il primo posto. Ma nulla è perduto, i granata avranno da lottare fino alla fine, anche dopo questo estenuante campionato.

Il tabellino

ACD Nardò – Atletico Mola 0-1

ACD Nardò: Caroppo, Starita, Mancarella, Vicedomini, De Giorgi, Montrone, Montinaro (18′ st Caporale), Fiorentino (78’ st Papi), Vicentin, Rana, Corvino. A disposizione: Pino, Antico, Mazzeo, Coccioli, De Razza A. Allenatore Nicola Ragno

Atl. Mola: Petruzzelli, Palermo, Grimaldi, Salvadore, Lorusso, Fumai, Acquaviva, Schirone, Capriati, Tenzone, Pongo (10′ st Fieroni). A disposizione: Verrelli, Renna, Pansini, De Tullio, D’Ambrosio, Frappampina. Allenatore Muzio Fumai

Ammoniti: Capriati (M), Petruzzelli (M), Mancarella (N)

Reti: 22′ st aut. De Giorgi

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.