Tempo di lettura: 2 minuti
TOPFLOP
TOP&FLOP di Casertana-Lecce

CASERTA (di Carmen Tommasi) – Si ferma con la Casertana la serie di tre risultati di fila per il Lecce di Alberto Bollini. Allo stadio “Alberto Pinto” i giallorossi tornano a casa con una sconfitta di misura, 1-0, e con un brutto infortunio del “re” della mediana giallorossa, Romeo Papini. Primo tempo abbastanza equilibrato tra le due squadre, con i padroni di casa a fare la partita e gli ospiti abili nelle ripartenze. Nella ripresa i giallorossi non sono scesi in campo con il piglio giusto, sono stati puniti dalla rete di Karamoko Cisse e ora ospiteranno nell’anticipo di venerdì la Juve Stabia al “Via del Mare”.

DIFESA
Top – Marcus Diniz: COLONNA PORTANTE. Il difensore centrale brasiliano, 27anni, fa reparto da solo e ci mette delle pezze clamorose dove i compagni di squadra peccano in sbavature plateali ed ingenuità imperdonabili. L’ex Livorno annulla del tutto Adama Diakite ed ormai è l’elemento di più sicurezza della linea a quattro giallorossa. Pignolo, tanta “roba”.

Flop – Nicholas Caglioni: RIPETITIVO, SOLITI ERRORI. Quasi per nulla impegnato per tutto il corso del match, un solo intervento da ricordare, ma ha sulla coscienza la rete del vantaggio dei padroni di casa messa a segno da Cissè. La sconfitta allo stadio “Pinto”, l’ex Crotone se la ricorderà sicuramente a lungo. Impreciso e non è una novità.

CENTROCAMPO
Top – Romeo Papini: TORNA PRESTO, RE “PAPO”. Fino a quando non è costretto a lasciare il campo per un intervento da “censura” ai suoi danni all’8′ della ripresa (distorsione alla caviglia destra con distacco osseo dal malleolo tibiale), l’ex Carpi è un buon direttore d’orchestra per il suo Lecce: abile in fase di costruzione del gioco e generoso in quella di rottura. Il Lecce patisce la sua uscita dal campo e la partita prende un altro verso. Sfortunato.

Flop – REPARTO IN CALO. Prestazione non delle migliori, invece, sia per Stefano Salvi che per Gabriel Sacilotto, entrambi non ai livelli delle scorse partite. Il primo veniva da una settimana difficile a causa dell’influenza, mentre l’altro ha continuato a giocare nonostante un problema fisico in cui è incappato durante il match. Non bene nemmeno l’ingresso in campo di Filipe Gomes che ha sostituto l’infortunato Papini: il brasiliano ha voglia di fare bene e di “spaccare” il campo in due, ma non brilla di luce propria e ci mette del suo anche nell’azione del gol del vantaggio. Si becca un giallo: salterà la Juve Stabia. Tutti rimandati alla prossima.

ATTACCO

Nessun top. Si salva solo Davide Moscardelli che, nonostante non sia stato il giocatore brillante delle passate uscite, cerca di aiutare comunque la squadra lottando in ogni zona del campo e cercando la via del gol. L’ex Bologna, 35 anni, canta però fuori da coro e i compagni di reparto, Gustavo Di Mauro Vagenin e Carlos Embalo, non gli danno di certo una mano. Inconcludenti, così non va.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.