Tempo di lettura: 3 minuti

parrinu 3NOVOLI – Sabato a teatro nel paese della Fòcara; alle ore 21 del 21 febbraio nella “bomboniera” in Piazza Regina Margherita nuovo appuntamento con la stagione di prosa promossa da Comune di Novoli, Teatro Pubblico Pugliese e Factory compagnia transadriatica.

Christian di Domenico (Bari) porta in scena lo spettacolo U PARRINU – La mia storia con Padre Pino Puglisi ucciso dalla mafia di e con Christian Di Domenico, spettacolo cdi teatro-civile.

LA TRAMA – È un monologo realizzato in collaborazione con l’associazione Libera. È una storia semplice, raccontata con altrettanta semplicità. Un ricordo sfumato di Padre Pino Puglisi, che si snoda tra fatti di cronaca, politica e lotta sin da quella prima giornata di mare coi bambini “du parrinu” strano coi calzoni. L’obiettivo è quello di raccontare questa storia a più persone possibile, raggiungendo soprattutto i ragazzi, nelle scuole, negli oratori, nelle associazioni che operano nel sociale. Capita spesso di rimanere stupiti quando dicono che i grandi uomini, andavano in un posto da mortali come il mare, da corpi di peccatori buttati al sole. D’estate magari, in Sicilia, dentro quel caldo d’inferno. È che uno non se l’immagina proprio. Ma il futuro parrinu di Brancaccio, a Palermo, assassinato dalla mafia nel settembre 1993 davanti casa con un colpo di pistola alla nuca, al mare ci andava eccome. Perché era “nu parrinu” strano. Anticonformista. Che metteva i calzoni. E ci andava con i ragazzini delle periferie perché, almeno una volta, giocassero lontano dalle strade. Ecco, la storia di Christian Di Domenico inizia proprio al mare, su una scogliera, precisamente. Da piccolo l’attore fa esperienza dell’onore dei mafiosi, obbligati sin da bambini a non chiedere mai scusa a nessuno. Ma il ragazzo impara anche l’onore del perdono, che don Puglisi porterà a San Gaetano di Brancaccio, quartiere con la più alta concentrazione mafiosa dell’intera Sicilia, e che manterrà sempre fino a quel giorno di metà settembre 1993. Qualche anno dopo Di Domenico ritorna su quella scogliera. E inizia da lì, dal suo ricordo, a raccontarci di Pino, dell’amico di famiglia, dell’uomo di chiesa, del maestro di scuola. Che aveva imparato a perdonare, in punto di morte, la violenza di chi ne era incapace e già gli puntava la pistola alla nuca. Ed era sicuro che il perdono, con l’esempio e il racconto, potesse essere insegnato.

BIGLIETTI – intero 10 euro (platea e palchi centrali), ridotto 7 euro (platea, palchi laterali e loggione) (under 25 e over 65, gruppi di minimo 10 persone con prenotazione obbligatoria) RIDUZIONI– I biglietti ridotti saranno concessi esclusivamente: ai giovani under 25 anni e alle persone di oltre 65 anni, ai giornalisti iscritti all’ODG Puglia, ai possessori di: Ikea Family Card, Card Socio Coop Estense, Carta Più La Feltrinelli, AgisCard, ai dipendenti militari e civili dell’Esercito Italiano Puglia, Capitanerie di Porto – Puglia, ai soci Touring Club Italiano e agli associati FITA Puglia.

 ORARI BIGLIETTERIA -La biglietteria del teatro resterà aperta il giovedì dalle 16.30 alle 19.00 e il giorno dello spettacolo serale dalle 18.00 ad inizio spettacolo. La Domenica di spettacolo dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 16,00 ad inizio spettacolo.

 INFO – Teatro Comunale di Novoli (Le) Piazza Regina Margherita. Tel: 340.3129308 – 340.3769613 – 3200119048, mail : teatrocomunaledinovoli@gmail.com web :  www.teatropubblicopugliese.it www.compagniafactory.com, www.comune.novoli.le.it

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.