Tempo di lettura: 2 minuti
TOPFLOP
TOP&FLOP di Reggina-Lecce

(di Carmen Tommasi) – Il Lecce viene piegato e sorpassato a sorpresa dalla Reggina. Incredibile impresa casalinga della squadra amaranto, che supera 2-1 in rimonta i giallorossi di Dino Pagliari, e lascia l’ultimo posto in classifica. I salentini sono sempre più vittime dei loro errori e si fanno rimontare in malo modo, dopo un primo tempo chiuso sull’1-0 grazie alla rete realizzata al 4’ dal solito Davide Moscardelli, a quota 11 gol stagionali. Il Lecce resta fermo al palo a quota 39 punti, al quarto posto della classifica, e domenica prossima alle ore 14:30 affronterà il Savoia al “Via del Mare”.

DIFESA

Top Kevin Vinetot. DOMINATORE SFORTUNATO. L’ex Crotone è il migliore del reparto arretrato giallorosso e fino a quando il francese è in campo dalle sue parti non si passa: preciso, sempre in anticipo sugli avversari ed elegante nei movimenti. Sontuoso. Al 16′ st chiede il cambio per infortunio e lascia il posto a Walter Lopez.

FlopNicholas Caglioni. INCREDIBILMENTE IMPACCIATO. L’estremo difensore bergamasco sbaglia quasi tutti i rilanci, non esce dai pali quando è chiamato in causa (ma questa non è una novità) ed in occasione della rete di Maimone poteva fare sicuramente qualcosa in più. Colpevole insieme a tutto il suo reparto arretrato. LEONE VINETOT E “CAGLIO” REGALA LA VITTORIA AGLI AVVERSARI.  

CENTROCAMPO

Tutti flop – Nel 4-3-3 disegnato dal tecnico marchigiano i tre di centrocampo sono Filipe Gomes-Papini e Salvi, ma i tre, dopo un primo tempo ordinato e disinvolto (soprattutto da parte del brasiliano ex Perugia che gioca i primi 45’ a pennello trovando dei grandi spunti), nella ripresa perdono la bussola.  A causa di una Reggina più pimpante non riescono a creare gioco e a verticalizzare a dovere. Non è da meno Gabriel Sacilotto che entra in campo al 13′ st per sostituire il connazionale Filipe Gomes, ma non cambia le sorti del match e si becca anche un “bel” giallo. Fuori fase. “SI SALVI CHI PUÒ:  NON SI SALVA NEMMENO SALVI, MEDIANA SOTTOTONO.

ATTACCO

TopDavide Moscardelli. GENEROSO E SPRECONE. Undicesima rete stagionale per l’ex attaccante del Bologna, il marcatore più proficuo del Lecce. Va vicinissimo alla rete in un altro paio di occasioni, ma non sfrutta a dovere ciò che gli capita preziosamente tra i piedi. Ma l’attaccante barbuto ha fatto, come al solito, il suo dovere (insieme al sempre presente, Franco Lepore). Leader.

Flop Eric Herrera. DELUDENTE, MICCIA SPENTA. Alla seconda presenza con la maglia salentina, l’ex Paganese si accende e si spegne alla velocità della luce e sembra la brutta copia del giocatore ammirato domenica scorsa contro il Matera: sbaglia qualche appoggio di troppo e non riesce a dire la sua. Dal 22′ st mister Pagliari gli preferisce un più fresco Gigi Della Rocca, ma la sinfonia non cambia. On-off. BOMBER MOSCA COLPISCE ANCORA E HERRERA VA SUBITO IN VACANZA. 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.