Tempo di lettura: 2 minuti
Andrea Beduschi
Andrea Beduschi mostra la maglia del Lecce

LECCE – (di Carmen Tommasi) – Accento bergamasco acceso, modi di fare vispi, entusiasmo da vendere e visibile voglia di essere protagonista con la maglia del Lecce. Andrea Beduschi, 22enne terzino destro arrivato nel Salento a titolo definitivo dal Monza, è pronto a giocarsi un posto da titolare sull’out destro già a partire dalle prossime partite: “Lecce per me è una grande piazza e appena mi ha chiamato il direttore sportivo Antonio Tesoro non ho avuto esitazioni ad accettare. Da Monza -spiega il talentuoso difensore- vengo dopo sei mesi di difficoltà visti i problemi economici. Ora sono arrivato qui a Lecce e spero di poter fare bene, ci credo. Questa è una grande piazza”.

BABY JOLLY – Il difensore  di Treviglio, classe ’92, può occupare tutte le zone della difesa: “Sono un terzino destro abile in fase difensiva, ma me la cavo anche in quella offensiva. Posso ricoprire un po’ tutti i ruoli nel reparto arretrato: il centrale di una difesa a quattro, ma anche a tre. Il Monza? Sul campo ho fatto sempre bene nelle quindici presenze collezionate, ho saltato solo tre gare per uno stiramento, ma in sei mesi ho ricevuto solo una volta lo stipendio. Se non ci fossero stati questi problemi extra-calcistici sarebbe andato tutto molto meglio…”

“ZIGO”, IL CONSIGLIERE – L’ex attaccante del Lecce Gianmarco Zigoni ha consigliato il Salento a Beduschi, suo ormai ex compagno nel Monza: “Appena mi ha contattato il diesse Tesoro ho chiamato subito ‘Zigo’ che mi ha detto di non pensarci due volte e accettare la proposta. Gianmarco si è trovato molto bene qui a Lecce come squadra, con i tifosi e come piazza. Ho accettato il suo consiglio ed oggi sono un giocatore giallorosso”.

LA CONCORRENZA – È uno degli elementi più giovani della rosa salentina, ma la competizione non spaventa il difensore cresciuto nel settore giovanile dell’Albinoleffe: “Se penso di potermela giocare alla pari con gli altri? Certo, altrimenti non non sarei venuto qui; me la giocherò con tutti e questo sarà anche da stimolo per fare del mio meglio. Non conoscevo di persona nessuno dei miei nuovi compagni di squadra, ma come nomi sicuramente sì (sorride, ndr). Lecce è una grande squadra e lotteremo fino alla fine per il nostro obiettivo”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.