Tempo di lettura: 3 minuti
Antonio Tesoro in giacca
Il D.S. del Lecce Antonio Tesoro

LECCE (di Pierpaolo Sergio e Tommaso Micelli) – Inizia a muoversi anche in entrata il mercato del Lecce che, dopo la rescissione del contratto con il difensore ex Padova Filippo Carini (che si è accasato all’Aquila) e la cessione di Marco Rosafio in prestito al Forlì, ha da pochi minuti ufficializzato l’acquisto di Eric Herrera. Il panamense, esterno destro di centrocampo, arriva in giallorosso dalla Paganese a titolo definitivo e, quindi, sarà arruolabile già per la prossima gara casalinga col Matera. Il suo arrivo potrebbe dare il via alla partenza di Alessandro Carrozza per il quale, dopo una prima metà di stagione ben al di sotto delle aspettative, sembra essere sempre più lontana la permanenza in Salento.

Le priorità in entrata, al momento, restano un esterno di difesa e almeno una punta che vada a sostituire Gigi Della Rocca che, salvo clamorosi cambi di programma, tornerà al Nord per indossare la maglia del Pavia. In uscita vanno poi valutate le richieste per Nicolò Donida ed il centrocampista brasiliano Luis Gabriel Sacilotto con quest’ultimo che pare piacere a club anche della Cadetteria.

Gianluca Di Chiara
Gianluca Di Chiara

Per quanto riguarda il reparto arretrato, nel corso della puntata andata in onda ieri sera de “Leccezionale TV” il collega Nicolò Schira, esperto di mercato, ha riferito dei contatti avuti tra il diesse Antonio Tesoro ed il Catanzaro per tentare di ingaggiare il portiere Tommaso Scuffia, classe ’91, (farebbe il secondo di Caglioni in caso di cessione di Petrachi) e, soprattutto, il 21enne esterno mancino di difesa Gianluca Di Chiara. L’arrivo del promettente difensore, scuola Palermo, che tanto bene ha fatto anche nelle apparizioni proprio contro il Lecce non sarebbe, almeno inizialmente, legato ad una imminente cessione di Walter Lopez il cui agente è comunque in contatto con alcuni club di Serie B. Anche la posizione dell’uruguaiano, comunque, potrebbe essere ripensata e la società potrebbe decidere di privarsi con sei mesi di anticipo di un calciatore non più fondamentale come un anno fa, ma si tratta di valutazioni che il dirigente giallorosso affronterà con mister Pagliari.

Da chiarire è inoltre la vicenda relativa a Matteo Guazzo il quale, come emerso dalla sua intervista rilasciata ai colleghi de “Le Cronache del Salernitano“, ha rifiutato le proposte pervenute da Lecce e Casertana. In realtà, il rifiuto non riguarda nello specifico questi due club, ma qualsiasi ipotesi di trasferimento al Sud. La punta piemontese, infatti, accetterebbe una destinazione meridionale solo se questa coincidesse con la Salernitana, club in cui ha militato nella stagione scorsa prima che il rapporto si concludesse tra rimorsi ed incomprensioni. Nell’intervista citata, infatti, lo stesso Guazzo afferma: “Il presidente della Casertana mi ha contattato tre volte ma io a Caserta non vado. C’è stato anche un sondaggio del Lecce a cui ho detto la stessa cosa. Al Sud tornerei solo per vestire la maglia della Salernitana. Alla gente di Salerno non ho mai detto bugie. Sono andato via per problemi personali e proprio per questo ho posto il veto a tutte le altre destinazioni al sud tranne che a Salerno“.

Samuel Di Carmine
Samuel Di Carmine

Archiviata l’ipotesi Guazzo (su di lui forte anche l’interessamento dell’Ascoli) e preso atto dell’allontanamento di Montalto, il Lecce potrebbe puntare dritto su Samuel Di Carmine della Juve Stabia anche se non sarà sicuramente facile convincere il club campano a privarsi di una punta titolare (8 gol in 20 presenze in questa stagione) per andare a rinforzare una diretta concorrente. Da segnalare infine la pista che appare sempre calda e che conduce al 27enne Stefano Del Sante, possente attaccante centrale in forza alla Vigor Lamezia ed in rete al “Via del Mare” nel match contro Miccoli e compagni che starebbe facendo pressing sulla società calabrese affinché lo lasciasse accasarsi in un club ambizioso, anche perché in scadenza di contratto a giugno. Sulla punta ci sono ad ogni modo anche le attenzioni di Salernitana ed Arezzo.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.