Tempo di lettura: 5 minuti
brindisi gallipoli
Pietro Sportillo e Ciro Danucci nel match d’andata

GALLIPOLI (di G. De Pandis) – Una partita dal grande fascino attende il Gallipoli di mister Raffaele Quaranta reduce dall’importante vittoria in chiave salvezza conquistata sette giorni fa in casa contro il Pomigliano. Il successo contro i campani rappresenta il miglior viatico per la trasferta di Brindisi, in casa di una compagine che tenta di rilanciare le proprie quotazioni alla ricerca di un posto nei play-off, seppur arrivi dalla brutta sconfitta nel sentito derby col Monopoli riscattata poi in quel di Sarno con uno 0-1. Diversa la situazione per il Gallo, galvanizzato dai 3 punti della scorsa giornata ed in bilico tra una salvezza da conquistare quanto prima e la voglia di stupire i propri tifosi dopo il cambiamento di pelle dello scorso mese in quanto, proprio il Brindisi avversario di domani, dista solo 2 punti dai giallorossi jonici.

Il vantaggio di Mariano nell'andata
Il vantaggio di Mariano nell’andata

L’avversario– Il Brindisi, ora guidato da mister Ezio Castellucci (subentrato a Chiricallo dopo la sconfitta con l’Andria alla quarta giornata) non ha rispettato i pronostici della vigilia del campionato, con un ruolo da protagonista non propriamente rispettato dalla formazione adriatica, incappata in avvio lento e poi incapace di imporsi negli scontri diretti contro le big del campionato. Il motore della formazione adriatica è il bomber Hernan Molinari, capocannoniere del Girone H con 14 reti (insieme a De Rosa della Cavese); il centravanti argentino sarà coadiuvato dallo squinzanese Ancora, 6 reti in campionato, favorito sull’ex Battipagliese Gennaro Esposito, arrivato a Brindisi nel calciomercato di dicembre insieme, tra gli altri, all’esperto centrocampista 32enne Antonio La Fortezza (assente domani), elemento che ha disputato 6 partite in Serie A con il Bari a conclusione della sua trafila giovanile con i biancorossi. Mister Castellucci, ex trainer della Turris ed ex calciatore del Brindisi Calcio di fine anni Settanta, schiererà probabilmente i suoi con un 4-4-2 che farà leva sulle potenzialità di Molinari, a sua volta sorretto da un centrocampo coordinato dalla regia di Ciro Danucci e dai movimenti di Pollidori, scudo della difesa dove Ciano e Ferrara saranno i fari.

gigante gallipoli
Giacinto Gigante, al rientro domani

La probabile formazione– Quaranta è alle prese con il nodo dell’impiego del classe 1996, con il difensore Giacinto Gigante non ancora al meglio dopo la seduta in differenziato di venerdì e non ancora con i 90’ nelle gambe; a tal proposito sono stati convocati gli altri 1996 Vitali e Portaccio, punti fermi della formazione juniores di mister Abramo Acquaviva. Molto dell’undici titolare dipenderà da come il tecnico poggiardese scioglierà questo fastidioso nodo. L’asse difensivo, in ogni caso, dovrebbe poggiarsi sui tre elementi Paolo Rizzo, Cornacchia e Lorusso. Rientra tra i convocati il centrocampista Mbida, candidato ad un posto al centro del campo dove però sarà difficile rompere la coppia Legari-Mariano. In avanti, con Di Maira non al meglio in questa settimana a causa di un fastidio muscolare patito nel test amichevole contro la juniores, qualche chance sembrerebbe averla Benedetto Mangiapane, insidiato dal croato Sopcic (sarebbe il debutto dal 1′ per lui); insieme a lui si potrebbe delineare una staffetta tra l’attaccante siciliano, se in condizione, e Mingiano, pronto a replicare dopo il debutto di domenica scorsa. Tutto, in ogni caso, dipenderà dal nodo giovani. Saranno assenti Levanto, Girotto e Mauro.

pasculli brindisi gallipoli
Pasculli, autore dell’ultima vittoria del Brindisi nel 1997

I precedenti: fallimenti e campioni del mondo– L’incrocio tra Brindisi e Gallipoli al “Fanuzzi” non si vedeva dal 1 novembre 1998. L’ultimo incrocio tra adriatici e jonici, valevole per il campionato di Eccellenza Pugliese, fu conquistato dal Gallo per 0-1, ma la rete di Sergi non servì molto ai giallorossi, poi radiati (con conseguente annullamento della partita) dal campionato a seguito di quattro rinunce, prima del salvataggio nell’estate successiva operato dall’ex patron Antonio Vallebona, che riportò il calcio nella Perla dello Jonio rilevando il titolo sportivo del Leverano ed avviando la clamorosa scalata al successo poi perfezionata con il salto in B dell’era Barba. Per trovare una vittoria “ufficiale” del Gallipoli in terra brindisina bisogna tornare indietro alla stagione 1995-’96, sempre in Eccellenza: il 19 novembre del 1995, in un match giocato al campo comunale “Torretta” anziché al “Fanuzzi“, l’allora Vis Gallipoli batté il Brindisi per 1-3. Di marca brindisina fu invece il penultimo precedente, datato 2 novembre 1997: in una stagione incolore per i biancazzurri, che rischiarono anche la retrocessione in Promozione, l’incrocio con il Gallipoli venne conquistato dal Brindisi con un 2-1 deciso dai gol di Ciccarese e dell’ex campione del mondo e bandiera del Lecce Pedro Pablo Pasculli, intervallati dal pari gallipolino di Dima. Dopo 16 anni, le due squadre si incontreranno sul rettangolo verde del “Fanuzzi”, dopo l’andata giocata a Gallipoli dove i giallorossi conquistarono i primi tre punti della stagione con un 2-1 aperto da Mariano, annullato dal pari adriatico di Danucci e poi deciso dal rigore di Tedesco (brindisino doc ed ex biancazzurro) per il tripudio del Gallo.

Brindisi-Gallipoli sarà diretta da Nicola Donda di Cormons (GO); i suoi assistenti saranno Santo Burgi di Matera e Antonio Dan Campanella di Venafro (IS).

I 24 convocati di mister Raffaele Quaranta per la partita di domani, con fischio d’inizio alle ore 15:

  • PORTIERI: Costantino (’94), Gabrieli.
  • DIFENSORI: Berteina (’95), Cornacchia, Gigante (’96), Lorusso, Rizzo G. (’94), Rizzo P., Rosato, Valentini (’95), Vitali (’96).
  • CENTROCAMPISTI: Cortese (’95), Legari, Marangon, Mariano (’95), Mbida, Perron, Portaccio (’96), Santonocito.
  • ATTACCANTI: Di Maira (’94), Mangiapane, Mingiano (’95), Negro M. (’95), Sopcic.

I 20 convocati del Brindisi di mister Castellucci:

  • PORTIERI: Cattafesta (’95), Pizzolato (’95).
  • DIFENSORI: Ivone, Lorito (’95), Pellegrino (’96), Raho (’96), Ciano, Ferrara, Mannone, Dinielli (’96).
  • CENTROCAMPISTI: Varsi (’94), Loiodice, Ascione (’96), Danucci, Pollidori, De Vivo (’94).
  • ATTACCANTI: Ancora, Molinari, Esposito, Lorusso (’95).
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.