Tempo di lettura: 4 minuti
1 posto
L’opera vincitrice

La prima edizione del concorso ‘riCreazioni di Natale’,  organizzata dall’Associazione RiCreAzione, si è conclusa il giorno dell’Epifania con una cerimonia di premiazione molto sentita dalla cittadinanza , riunitasi in gran numero nel Castello Normanno-Svevo di Mesagne per attendere il responso della giuria.

Il Presidente dell’Associazione, Domenico Rogoli, dopo aver ringraziato tutti i partecipanti per l’impegno profuso e l’Assessore alla Cultura Gianfrancesco Castrignanò per il costante appoggio all’iniziativa, ha consegnato un omaggio a tutti gli espositori, compresi coloro che hanno scelto di condividere la propria opera al di fuori del concorso. E’ stata infatti consegnata nelle mani di tutti gli artisti una bottiglia d’olio extravergine d’oliva dell’ azienda De Gasperi,  preziosa risorsa ed alta espressione delle nostre preziose radici.

Dopo di che, sono stati resi pubblici i nomi dei premiati, dal terzo fino al primo posto, con la lettura delle relative motivazioni da parte della Prof.ssa Maria Santina Faggiano Semeraro, Preside della Scuola Media Statale Maya Materdona e presidente della giuria in questione composta anche dall’ Avv. Gianfrancesco Castrignanò, Assessore alla Cultura e Spettacolo, dalla Prof.ssa Giovanna Bozzi, Insegnante presso il Liceo Artistico “Monticelli” di Brindisi e dal Sig. Antonio Tocci, giovane regista rappresentante dei giovani di Mesagne. Difficilissimo è stato proprio il compito della stessa giuria, chiamata a valutare opere di grande pregio ma molto diverse tra loro, che hanno reso in modo straordinario e quasi inaspettato l’obiettivo che RiCreAzione si era posto:  la bellezza della tradizionale artigianale nell’interpretazione di ciascuno, in un contesto d’incontro umano e scambio di risorse che caratterizza le festività.

Già nel primo giorno di esposizione, i visitatori avevano dimostrato entusiasmo nei confronti dell’evento gradito anche da coloro che, da fuori, incuriositi da un positivo passaparola, sono giunti a Mesagne proprio per ammirare i presepi.

Il terzo posto, premiato con una somma pari a 100,00 €,  è stato assegnato  all’Associazione Commercianti di Mesagne;  un presepe classico integrato a una rappresentazione della cultura locale espressa mediante la realizzazione e l’allestimento di momenti di vita e di lavoro propri della società mesagnese.

Il secondo posto, premiato con una somma pari a 200,00 €, è un ex aequo fra l’Associazione ‘Cabiria’ e il I° Circolo Scuola Carducci-Borsellino;

i membri di ‘Cabiria’, con la collaborazione dei Fratelli Magrì, hanno avuto il merito di riuscire a  rappresentare con abilità tecnica e grande impatto visivo tutti i personaggi rivisitati in chiave 2014, facendo passare un messaggio forte e realistico, che invita a riflettere. Colpisce senza dubbio l’originalità dell’idea e resta impressa l’immagine della natività, con San Giuseppe e Maria in atteggiamenti ed espressioni amorevoli nei confronti del figlio, nato nelle avversità e nelle condizioni estreme che spesso caratterizzano i nostri giorni; estrema la cura dedicata all’allestimento della location, interamente organizzato dallo staff che si è assunto anche il ruolo di ‘guida’ per il visitatore;

gli studenti della ‘Carducci Borsellino’  hanno colpito per la grande espressione artigianale offerta, mediante un’ interpretazione del presepe e della natività innovativa e fantasiosa. L’intera opera è un grande esempio di condivisione che ha unito tutti i giovani della comunità. Apprezzata è stata la scelta di riprodurre spazi particolarmente significativi della stessa città di Mesagne, rispettando le proporzioni nelle singole parti, diversificate nei colori, e dimostrando un particolare senso artistico.

Il primo posto, premiato con una somma pari a 500,00 €, è stato assegnato al Sig. Gabriele Antonio Sconosciuto, che ha interpretato in maniera sintetica e chiara il senso pieno del concorso.  Si è riscontrata un’ importante capacità tecnica di realizzazione, con una profonda cura delle proporzioni ed un’attenzione maniacale nella realizzazione dei singoli dettagli. Si aggiunge, inoltre, la particolare cura nell’allestimento della location, resa accogliente e finemente arredata, con effetti scenici e luminosi appropriati che hanno espresso in maniera ottimale il concetto di  ospitalità e accoglienza al visitatore.

Si sottolinea, come dato significativo, la coincidenza dei risultati rivelati dalla giuria con la tendenza dei gusti espressi da cittadini e visitatori.

Infine, si ricorda che il titolo stesso dell’iniziativa, ‘riCreazioni di Natale’, che tra l’altro riprende concettualmente il nome dell’Associazione, è stato scelto proprio per sottolineare l’importanza della tradizione impreziosita dalla creatività e dall’interpretazione di chi intende mettersi in gioco nella condivisione del fare. La prima edizione ha quindi centrato pienamente l’obiettivo, ponendo le giuste basi per quello che potrebbe diventare un appuntamento annuale, senz’altro atteso.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.