Tempo di lettura: 1 minuto

img1024-700_dettaglio2_larte-della-felicita-Rek“L’arte della felicita” la pellicola di Alessandro Rak è il film d’animazione europeo dell’anno a Capri, Hollywood. E la factory napoletana Mad, già vincitrice per questo film d’esordio dell’Efa, l’Oscar europeo, si metterà in contatto con il regista americano Wes Anderson, che nei giorni scorsi ha detto di voler realizzare un film ispirato all’Oro di Napoli di De Sica, con la tecnica dello stop motion.

“Grazie ai canali di Capri, Hollywood che con Pascal Vicedomini ha creato un reale ponte tra la creatività italiana e l’industria degli States, abbiamo scritto una lettera al geniale regista di Grand Budapest Hotel. Vogliamo fargli sapere che la nostra factory -dicono dall’opinione creato da Luciano Stella- ha sede proprio nell’antico palazzo di piazza del Gesù dove fu girato l’Oro di Napoli e in quelle stanze oggi lavorano tanti giovani talenti partenopei dell’animazione per i quali oltretutto Wes Anderson è un mito! Una coincidenza davvero straordinaria e speriamo possa essere colta come occasione di incontro e magari di collaborazione”.

Dopo Fantastic Mr. Fox, quindi, Wes Anderson avrebbe deciso di tornare all’animazione per il suo nono film da regista: sarebbe sua intenzione, come egli stesso ha rivelato in alcune interviste, realizzare un’opera composta da sette episodi, tutti ambientati a Napoli e legati l’uno all’altro come nell’Oro di Napoli, il capolavoro De Sica che nel 1954 lanciò Sophia Loren, con Totò, Eduardo De Filippo e Silvana Mangano. Il regista texano ha girato in parte a Napoli un suo film del 2004, Le avventure acquatiche di Steve Zissou. La factory Mad è intanto al lavoro per una moderna versione dark animata della celebre “Gatta cenerentola”, dal titolo “Cinderella the cat”

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.