Tempo di lettura: 3 minuti
Dino Pagliari 1
Dino Pagliari , allenatore U.S. Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – Tira una buona e dolce aria in casa Lecce, nonostante il freddo che ha colpito in questi giorni il Salento. C’è voglia di vincere e immenso desiderio di dimostrare in campo di essere all’altezza della situazione. Parola del tecnico Dino Pagliari che domani sarà per la prima volta in una gara ufficiale alla guida del “malato” Lecce, nel match del “Via del Mare” contro la Vigor Lamezia: “Che aria tira? Per me tira una buona aria (sorride, ndr) e dico questo perché ho trovato un buon gruppo e quando tutti si allenano bene è sempre così. Tutti i componenti la rosa lavorano con serietà, attenzione e partecipazione. Da quello che ho potuto vedere nel gruppo c’è una buona coesione e questa è una cosa fondamentale, questo anche dal punto di vista umano”. 

FESTIVAL DELLE ASSENZE – Nel match di domani saranno indisponibili tra i giallorossi Stefano Salvi, Romeo Papini (entrambi squalificati), Giuseppe Abruzzese (per il difensore stato influenzale), e gli infortunati Daniele Mannini, Dario D’Ambrosio e Marcus Diniz (LEGGI QUI): “Parlare degli assenti non serve a nulla, c’è anche Rosafio tra i convocati, ma ha la febbre; ora vedremo. Ci interessa comunque solo pensare a chi c’è e sono certo che faremo una buona prestazione. Inutile preoccuparsi, ripeto, degli assenti. Non dò indicazioni sulla formazione per rispetto verso la mia squadra, perché nemmeno loro sanno se giocheranno o meno”. 

LA VIGOR LAMEZIA – Il match con i bianco-verdi, in programma alle ore 19:30, sarà una gara tosta e da non sottovalutare: “Affronteremo un avversario ben messo in campo, una squadra giovane, brava ad utilizzare la velocità di chi ha in avanti. Dovremo essere bravi a rendere la Vigor Lamezia un avversario meno fastidioso di quello che è. Hanno Scarsella, Del Sante e non solo, ma pensiamo a noi e a fare bene”.

CAPITOLO MICCOLI – Il tecnico di Macerata dice la sua sul capitano giallorosso: “Fabrizio lo conoscete anche voi, è un ragazzo di grande generosità e partecipazione anche dentro lo spogliatoio. Si allena con grande voglia e serietà, sulle qualità tecniche è inutile che ne parli, lo conosciamo tutti. Come sta fisicamente? Fa quello che fanno tutti gli altri…”.  

SPINTA “VIA DEL MARE” – La prima gara dell’anno il Lecce la disputerà tra le mura amiche dello stadio leccese: “I tifosi? Dovremo essere noi a dare una risposta a loro, affinché ci possano dare una mano. Una cosa è certa, daremo tutto anche perché siamo dei privilegiati a fare questo lavoro e chi entra in campo deve dimostrare anche questo: daremo il meglio di noi. Al mio primo allenamento nel Salento erano in tantissimi gli ultrà presenti, più di quanti spettatori ci sono a volte nelle gare al Nord”. 

ANIMALE RICONOSCIBILE – Il nuovo Lecce targato Pagliari deve avere un’anima ben riconoscibile: “Che tipo di squadra sarà la mia? La nostra mentalità si capisce e chi è venuto a vedere l’allenamento lo ha capito. Voglio che il Lecce sia un’animale che si riconosca fin da subito e deve avere una mentalità chiara. Il nostro fine è cercare di vincere e stiamo mettendo in campo gli strumenti giusti per farlo; non vogliamo confondere quello che sappiamo fare con quello che non sappiamo fare. Abbiamo tanta velocità e non palleggeremo a vuoto. L’avversario che deve battere il Lecce deve essere più bravo di noi, non vogliamo regalare niente a nessuno e tutto quello che può dare vantaggio agli altri lo vogliamo togliere. Sono contento di come si stanno allenando i miei ragazzi e l’importante per noi è giocare insieme”.

IL CALCIOMERCATO – Sui possibili arrivi e partenze col mercato di riparazione, l’ex Pisa risponde senza mezzi termini: ”Domani abbiamo una gara ed è molto importante pensare solo a questo. Del resto se ne parlerà e abbiamo il tempo giusto per farlo” .

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.