Tempo di lettura: 3 minuti
cornacchia
Riccardo Cornacchia

GALLIPOLI (di G. De Pandis)– Archiviato il Capodanno di riposo dopo il test con la Juniores finito 7-2 in favore della prima squadra, il Gallipoli è pronto ad inaugurare il suo 2015, che presenta il primo ostacolo con il match di domenica al “Bianco”, valevole per l’ultima giornata d’andata, contro il Francavilla in Sinni.

Soluzioni varie – Nel test contro i giovani di mister Acquaviva, partita organizzata per dare minutaggio e ritmo partita a tutti gli effettivi, mister Quaranta ha provato i migliori assetti disponibili per presentare al meglio la sua squadra in vista della partita di domenica. Oltre al canonico 4-4-2 visto anche in quel di Scafati, l’allenatore poggiardese ha provato anche il 3-5-2, schieramento che comunque sembrerebbe utilizzabile più a partita in corso. I punti fissi dello scacchiere sono Riccardo Cornacchia, perno della difesa, e capitan Lorenzo Legari, al quale saranno affidati molti compiti nella zona nevralgica del campo, porzione di campo dove i cursori esterni Cortese e Negro hanno il compito di cercare di creare la superiorità numerica. In attacco, Filippo Di Maira dovrebbe essere accompagnato da Benedetto Mangiapane, in ballottaggio con il croato Mihael Sopsic.

Con Picci si vola– Il Francavilla in Sinni di mister Ranko Lazic è al decimo posto della graduatoria grazie ai suoi 21 punti, accumulati per lo più grazie alle cinque vittorie casalinghe contro Grottaglie (5-1 alla 1°), Puteolana (2-0 alla 5°), San Severo (1-0 alla 9°), Scafatese (2-1 alla 12°) e Pomigliano (3-1 alla 14°), poi contornate dall’unico exploit esterno al “Miramare” di Manfredonia (0-2 alla 6°) e dai pareggi contro Gelbison (in casa), Brindisi e Monopoli (in trasferta). Il rendimento in trasferta dei lucani è quindi avaro di risultati positivi, con 5 sconfitte a far fronte alla sola vittoria ed ai 2 pareggi. Nell’ultima partita del 2014 il Francavilla, compagine che ha annoverato tra le proprie fila in questa stagione anche Alessandro Leopizzi, portiere veterano del calcio salentino, è caduto tra le mura amiche del “Fittipaldi” contro la Sarnese, vittoriosa con uno 0-2 che ha chiuso nel peggiore dei modi, l’anno rossoblù, riducendo al lumicino le ambizioni d’alta classifica, dopo l’altro passo falso pagato a Frattamaggiore contro la “piccola” Arzanese. La squadra guidata dall’allenatore serbo sarà trascinata dai gol di Antonio Giulio Picci, già in doppia cifra grazie alle dieci segnatura stagionali, elemento vanamente seguito dal Taranto durante l’ultima sessione di calciomercato. Oltre alla punta che vanta passati in B (con 2 gol in 21 presenze) col Brescia ed in C con Barletta, Martina e Vigor Lamezia, la difesa del Gallo dovrà tenere d’occhio Bojan Aleksic e Fabio Sperandeo, ala destra vicecapocannoniere con 6 reti.

Un mercato sempre in movimento – La rivoluzione decembrina che ha cambiato pelle al Gallipoli sul piano della rosa, dopo il passaggio societario alla cordata capeggiata dal neopresidente Sandro Quintana, non può dirsi ancora completa. Il d.s. Antonio Gialloreto è infatti al lavoro per cercare di assicurare un’altra punta alla rosa giallorossa, che al momento conta in quel ruolo solo Filippo Di Maira, realizzatore del primo gol della nuova era societaria nel pareggio contro il Bisceglie dello scorso 14 dicembre. Sfumato Danilo Alessandro della Casertana, vicino alla Pro Piacenza dopo gli altri corteggiamenti in Lega Pro effettuati da Messina, un altro obiettivo resta Vincenzo Manfrè. Un sogno (difficilmente realizzabile) potrebbe essere il ritorno di Ciro Ginestra, fuori rosa a Salerno e amatissimo sulle rive salentine dello Jonio dopo le 26 segnature in tre stagioni con il Gallipoli tra C/1 e B. L’entourage del Gallo si sta muovendo anche per rinfoltire il centrocampo, bisognoso di un elemento d’esperienza da affiancare a Legari, Mariano, Mbida, Perron e Santonocito.

Gallipoli-Francavilla, con fischio d’inizio alle 14.30, sarà diretta da Vincenzo Fagnani della sezione di Termoli (CB). I suoi assistenti saranno Domenico Savino di Torre Annunziata (NA) e Antonio Turiello di Napoli.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.