Tempo di lettura: 1 minuto

Michele_Emiliano

Michele Emiliano, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Puglia, ha sottolineato che “Sel è il pilastro della coalizione di centrosinistra”. Poi ha affermato quanto segue: “Rivoluzioneremo la Puglia che va rivoltata come un calzino: nulla può essere uguale a prima, tutto sarà ispirato da ciò che siamo, dal luogo e dai pensieri che abbiamo fatto in questi 10 anni, ma tutto si evolverà e noi dovremo essere capaci di prevedere il futuro”.

Welfare, cultura, sanità e commercio: il tutto si tradurrà in un primo documento programmatico. “Sono qui -ha spiegato Emiliano- ad ascoltare i contributi della società civile. Oggi in particolare degli amici di Paolo Ponzio, una delle personalità che mi è stata più vicino, in questi anni di governo della città, soprattutto dal punto di vista culturale. Una bella giornata in cui parleremo di programmi, del nesso che esiste tra il centrosinistra ed il popolo pugliese, a partire da Bari“.

Emiliano ha vinto le Primarie dopo che c’erano stati degli screzi, oppure possiamo chiamarle incomprensioni con Nichi Vendola, attuale Goverantore della Puglia e leader proprio di SEL, a tal punto che stavano per saltare le primarie a tre con Dario Stefàno e Guglielmo Montervini.

Il centrosinistra ora sembra compatto intorno a Michele Emiliano. L’ex sindaco di Bari è un grande comunicatore e riesce sempre nell’intento di fare gruppo. Il cammino verso le consultazioni primaverili è appena cominciato.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.