Tempo di lettura: 2 minuti
s negro
Salvatore Negro

“Se il parere dell’avvocatura regionale sancirà la conformità della legge 20/2009 allo Statuto regionale, affidando la regolarità dell’approvazione in capo alla Giunta,  allora potremo aderire alla proposta avanzata a suo tempo dall’assessore Barbanente, ovvero di fare approvare il PPTR previo parere vincolante della competente Commissione”.

È questa la proposta avanzata dal presidente del Gruppo Udc Salvatore Negro ai colleghi della V Commissione che oggi ha esaminato e approvato all’unanimità i primi emendamenti al PPTR proposti dal Governo. Già a suo tempo il capogruppo Udc aveva proposto una modifica della legge regionale 20/2009 che disciplina le “Norme per la pianificazione paesaggistica” per fare in modo che fosse il Consiglio regionale, e non la Giunta, ad approvare l’importante strumento di pianificazione. Questo, secondo il presidente Negro, avrebbe rappresentato un tentativo di riequilibrio nei rapporti tra Giunta e Consiglio, restituendo a quest’ultimo organo democraticamente eletto piena dignità istituzionale.

“Se il piano paesaggistico è uno strumento di programmazione, allora l’attuale legge è in contrasto con lo Statuto e va modificata perché la programmazione spetta al Consiglio”, ha sottolineato il capogruppo Udc . “Tuttavia, se l’avvocatura regionale, a cui è stato chiesto un parere sulla questione, riterrà che la legge è conforme allo Statuto, allora abbiamo dato la disponibilità ad aderire alla proposta avanzata dall’assessore Barbanente che prevede come vincolante per la Giunta il parere della commissione consiliare. Ciò consentirebbe sicuramente un’abbreviazione dei termini dell’approvazione, un’analisi approfondita dello strumento, e rappresenterebbe un riconoscimento dello sforzo fatto dall’assessore nel cercare di far condividere lo strumento paesaggistico attraverso il ricevimento di oltre 2000 emendamenti pervenuti da parte di soggetti interessati. Inoltre verremmo incontro alle esigenze di tante amministrazioni comunali e cittadini che, con l’approvazione definitiva del PPPTR, avrebbero a disposizione diversi elementi di semplificazione nelle procedure di rilascio di permessi abilitativi”.

“In ogni caso – ha concluso il presidente Negro – per noi dell’Udc il riequilibrio dei poteri tra Giunta e Consiglio rappresenterà la sfida della prossima campagna elettorale e sicuramente della prossima legislatura. Una occasione per chi crede in una democrazia partecipata  e si vuole riscattare da quel leaderismo che comporta un deficit di democrazia”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.