Tempo di lettura: 1 minuto

main_617774_lovisoLECCE (di Car. Tom.) – C’è un bomber ed un rapinatore d’area di rigore per ogni girone, A, B e C, nel nuovo campionato di Lega Pro Unica. Alcuni di questi sono delle vere e proprie sorprese, altri dei giocatori di cui già ad inizio stagione ci sì aspettava che potessero essere protagonisti indiscussi dell’annata 2014-15. A comando del girone A, dopo 14 giornate disputate, c’è Salvatore Bruno del Real Vicenza e il classe ’91 Manuel Fischnaller del SudTirol con 8 reti siglate a testa, tutte marcature preziose per le rispettive squadre.

L’EX DI LUSSO – In quello B spunta un calciatore a lungo corteggiato dal Lecce negli anni passati, il marocchino Rachid Arma che ha messo a segno con il suo Pisa ben 10 reti, seguono con 8 marcature il pimpante Riccardo Bocalon del Prato e l’ex giallorosso dal gennaio a giugno 2010 con Gigi De Canio in panchina, Massimo Loviso. Il centrocampista dai piedi buoni di Bologna, classe ’84, ha messo a segno 8 reti in 13 presenze con il Gubbio e quasi tutte di pregevole fattura (per l’ex Crotone il club di Piazza Mazzini quest’estate sembra aver fatto un timido sondaggio).

SPUNTA CALIL – L’esperto 30enne brasiliano Caetano Calil della Salernitana, invece, con 8 reti è al comando del girone C, seguito dalle 7 marcature di Stefano Del Sante della Vigor Lamezia. Seguono, tutti con 6 reti realizzate, De Vena (Aversa Normanna), Eusepi (Benevento), Iemmello (Foggia), Ripa (Juve Stabia), R. Insigne (Reggina) e Montalto (Martina Franca). In casa Lecce, invece, 4 reti a testa per il bomber “barbuto” Davide Moscardelli e per l’ex Parma Abdou Doumbia. Due reti per Salvi, Sacilotto e  capitan Miccoli. Una per Abruzzese, Della Rocca, Carrozza e Papini.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.