Tempo di lettura: 2 minuti

Lecce, leccezionale.itLECCE (di Carmen Tommasi) – Il Lecce è fuori dalla Coppa Italia di Lega Pro dopo i calci di rigore: passa il Matera di Gaetano Autieri e i giallorossi di Franco Lerda rimpiangono le tante occasioni avute ma non concretizzate, come ha sottolineato lo stesso tecnico piemontese a fine gara. Ora massima concentrazione solo sul campionato: domenica arriva il Cosenza al “Via del Mare” per l’undicesima giornata del girone C.

DIFESA

TOPDario D’Ambrosio sbaglia il rigore, cosa di non poco conto, ma per il resto sfoggia nel ruolo di centrale una prestazione più che positiva dopo un periodo di inferno durato circa otto mesi da quella lontana gara col Viareggio dello scorso sette marzo che è costata al difensore napoletano l’infortunio alla caviglia destra. L’ex Lumezzane è ritornato e, questa volta, nel “ruolo” di jolly: a destra o al centro è finalmente a disposizione della squadra. Bentornato.

FLOPErminio Rullo appare troppo spento e poco reattivo sulla fascia sinistra di propria competenza: col freno a mano tirato, ma c’è da dire che era da troppo tempo che non giocava titolare. Il terzino sinistro napoletano, cresce nella ripresa, ma poi esce per crampi stremato. Giù di tono. IL GEMELLO È TORNATO E “ERMI” VA IN STAND-BY.

CENTROCAMPO
TOP – Un giocatore importante e che lo sta diventando sempre di più per il Lecce di Franco Lerda: Luis Gabriel Sacilotto entra nella ripresa e si piazza al posto del connazionale Filipe Gomes a dirigere la mediana e fa la solita bella figura. Da incorniciare anche il penalty che mette fuori causa il portiere avversario Bifulco. Trascinatore.

FLOPFilipe Gomes Ribeiro con il pallone tra i piedi è davvero un belvedere: crea e costruisce geometrie importanti per la squadra, ma contro i lucani l’ex Perugia in alcuni tratti nel match ha fatto fatica a verticalizzare, è apparso lento ed impacciato nell’impostare la manovra. Macchinoso. CERTEZZA “SACI”, COMPITINO FILIPE: TIMIDO.

ATTACCO
TOP – Generoso, altruista e utile agli equilibri del gruppo: Luigi Della Rocca trasforma in oro ogni pallone che gli capita tra i piedi ed è utilissimo in fase di non possesso, ma è sempre troppo poco concreto sotto porta e questo per curriculum. Se segnasse di più molto probabilmente non giocherebbe in Lega Pro. Altruista.

FLOP – Giornata no per il capitano Fabrizio Miccoli: non è al top della condizione fisica, dopo lo stop per il problema al polpaccio sinistro, e si vede, ma all’ex Palermo contro i lucani sembra che non gli riesca di fare quasi nulla di ciò che sa ben fare, nonostante l’impegno messo. In sordina. DELLA ROCCA IN GRANDE SPOLVERO, MICCOLI OFF.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.