Tempo di lettura: 3 minuti

Lerda, leccezionale.itSQUINZANO (di Carmen Tommasi) – Alla ricerca della prima vittoria stagionale lontano dalla “fortezza” del Via del Mare. Il tecnico Franco Lerda alla vigilia della sfida infrasettimanale allo stadio “Giraud” di Torre Annunziata contro il Savoia spera e vuole che il suo Lecce porti a casa un risultato pieno, dopo la prima sconfitta in campionato ad Aprilia con la matricola Lupa Roma e il pareggio in quel di Matera: “Abbiamo fatto un buon lavoro per questa sfida con il Savoia e vogliamo intraprendere un cammino importante anche nelle gare fuori casa. Sulla nostra pelle abbiamo imparato a rispettare tutti gli avversari – spiega l’allenatore giallorosso – e, dopo tre anni in questa categoria, sappiamo bene che non esistono partite facili. Miccoli in campo già dal 1’? Non chiedetemi se Fabrizio gioca, anche perchè non ve lo dico, lo anticipo già: non fatemi questa domanda da qui alla fine della stagione (sorride, ndr).

LA SETTIMANA – Il Lecce arriva nel migliore dei modi alla trasferta in terra campana: “Abbiamo avuto meno tempo per preparare questa partita, rispetto alla nostra settimana tipo, ma abbiamo fatto un buon lavoro e arriviamo bene all’appuntamento di domani sera. C’è qualche giocatore che ha dei piccoli acciacchi, come Doumbia, e valuteremo su un suo eventuale impiego, anche in considerazione delle gare ravvicinate, ma ‘Dudù’ parte con noi e non ha nessun problema. Filipe Gomes sta bene, nell’ultima giornata con la Reggina è stato fermo a scopo precauzionale perché aveva un leggero affaticamento sul retto, ma si è allenato bene sia ieri che oggi”. 

APPLAUSI PER GIGI – L’ex bomber della Cremonese Della Rocca e brindisino doc è una delle più piacevoli sorprese tra i nuovi arrivati: “Sta facendo bene e si è inserito nel migliore dei modi. È un ragazzo generoso, intelligente, ha fisicità e in talune situazioni di gioco quest’anno con lui non abbiamo i problemi che in alcuni casi avevamo l’anno scorso. Si sta comportano molto bene e siamo contenti per le sue prestazioni. Sacilotto centrale difensivo? In quel ruolo e almeno in questo momento continuiamo su questa rotta, è migliorato tanto anche grazie all’aiuto dei compagni, ma ci ha messo del suo e lo fa ogni giorno. In assenza di Vinetot, dello stesso Carini non ancora al top e di Diniz che è il nostro jolly, Gabriel sta facendo molto bene”.

GRADINO SAVOIA – Rispettare e dare il massimo contro ogni avversario, perché in Lega Pro non esistono partite facili: “Domani oltre le insidie oggettive riguardanti il valore del Savoia e dell’ambiente caldo, c’è poi quella del terreno di gioco che è un sintetico di vecchia generazione e che potrebbe condizionare un po’ l’andamento della gara. Ho visto due partite dei nostri prossimi avversari. Nell’ultimo match hanno vinto in trasferta meritatamente e messo fine a qualche polemica che iniziava a farsi sentire nel loro ambiente, mentre in casa hanno perso con il Benevento, ma il risultato è stato bugiardo, il pareggio sarebbe stato il finale più giusto. Sono una squadra che va presa con il massimo rispetto, perchè dietro hanno giocatori dotati di buona fisicità ed in avanti dispongono di gente, come Francesco Scarpa, abile a sfruttare i calci piazzati e le ripartenze”.

LA CLASSIFICA – Dopo quattro giornate di campionato per l’ex Toro è ancora troppo prematuro fare dei bilanci: “La classifica? Adesso non la guardiamo, ma pensiamo a dare continuità, ulteriori certezze ai nostri principi e idee di gioco. La classifica inizieremo a guardarla dopo 8-9 domeniche, perché ancora non è delineata ed è davvero troppo presto per parlare di queste cose”.

Qui di seguito il video con le dichiarazioni del mister di Fossano alla viglia del match di Torre Annunziata.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.