Tempo di lettura: 3 minuti
10711268_10203467114051033_1043000216_n
Mister Alessandro Morello

 CALIMERA (di Gabriele De Pandis)- 4-0 e tutti a casa. Cambiano le gestioni, ma non cambia la fame di successo dei giovani giallorossi di Morello. Il punteggio rispecchia il dominio totale dei salentini, in una partita cambiata al 25° dopo l’espulsione di Chiarello, sanzione che ha fatto saltare i piani difensivi di un Melfi che ha fatto poco per evitare l’imbarcata.

Il Lecce comincia subito con alti tassi di possesso palla, ma i primi sussulti sono del Melfi: la punizione di Galgano e lo squillo da lontano di Natiello sono però domati dalla sicurezza Chironi. I giallorossi costruiscono buone trame, ma arrivano in area gialloverde solo grazie ad un errore di Francia, leggerezza che regala un occasione a Cuppone che però tira alto. Un altro errore della squadra di Morgillo svolta la partita a favore del Lecce. Su lancio di Pirretti, Chiarello scivola e impatta la sfera con la mano a pochi metri dalla linea dell’area: rosso diretto. Sulla conseguente punizione dal limite arriva il vantaggio giallorosso; lo stesso Pirretti sceglie l’angolo giusto e con un destro ben piazzato batte Santarsiero, reo di una disposizione di barriera rivedibile.

10419895_10203467114091034_511724295_n
L’espulsione di Chiarello del Melfi

 Il Melfi, nonostante l’inferiorità numerica, non sta a guardare e raccoglie occasioni con Ricchiuti, ma l’errore del 10 lucano è punito severamente da un Lecce cinico: cross di Capristo, disimpegno troppo leggero di Fortuna e Sindaco è il più lesto di tutti al centro dell’area per il gol del raddoppio. Il dominio del Lecce è evidente e la partita si muove solamente sul binario delle veloci incursioni dei ragazzi di Morello che arrivano al 3-0 a cinque minuti dalla fine del primo tempo: discesa di un arrembante Fersini, cross a pelo d’erba e tap-in di Cuppone per il più facile dei gol. Nel primo tempo arriva anche il poker, seguito ad un periodo di totale dominio leccese: è il play Pirretti, con un tiro da fuori sull’angolo destro, ad annichilire il Melfi.

Il secondo tempo inizia con i giallorossi che giocano d’accademia, con Morello che passa al 4-3-3 dopo i cambi di Moriero e Stefanì. Parlati e Stefanì, con le loro sassate da fuori, esaltano le abilità di Santarsiero e una discesa di Moriero trova ancora i guantoni del portiere gialloverde. La partita si trascina fino alla fine con ritmi bassi, quasi da allenamento, intervallati dai sussulti di Cuppone e Cassano che non portano al 5-0.

La “Berretti” va, e i primi 3 punti casalinghi sono in cascina.

1477532_10203467113931030_497341821_n
Cuppone autore di un gol

TABELLINO

 Lecce-Melfi 4-0

Lecce (4-3-1-2): Chironi; Chiriatti, Cassano, Morello, Fersini; Parlati, Pirretti, Pascali (38° Toscano); Capristo (46°Stefanì); Cuppone, Sindaco (57°Moriero). A disp: Petrachi, Carrozzo, Mangione, Quarta. All. Morello.

Melfi (3-5-2): Santarsiero, Chiarello, Francia, Fortuna; Pietropinto, Natiello, Capezzuto, Onorati (40°Martino), Galgano (35°Venticinque); Graziano (57°Madia), Ricchiuti. A disp: Falcone, Annese, Chiumarulo, Lepre. All. Morgillo.

Marcatori: 26°, 48° Pirretti, 31°Sindaco, 39°Cuppone

Espulso: Chiarello (M)al 24°per fallo da ultimo uomo.

Ammoniti: 13° Pascali (L), 18° Natiello (M), 65° Pirretti(L)

Recuperi 3 min.pt, 3 min. st.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.