Tempo di lettura: 3 minuti

10708479_10203456883035264_1032510991_nLECCE (di Carmen Tommasi) – Massima attenzione, cura dei particolari e rispetto estremo per un avversario di valore. Alla vigilia di Lecce-Reggina, il big match della quarta giornata del girone C, il tecnico Franco Lerda è convinto che quella di domani sera al “Via del Mare”, con fischio d’inizio alle ore 20:45, sarà una partita tosta per il suo Lecce: “Domani affronteremo una squadra di blasone come la Reggina, che fino allo scorso campionato era in serie B ma, come sempre nel calcio sarà il campo –spiega l’ex Toro- a determinare tutto. Sfida tra grandi squadre? Diciamo che adesso siamo un po’ meno grandi, perchè entrambe giochiamo in Lega Pro (sorride, ndr), ma abbiamo un onore da rispettare e da portare avanti. Quindi dico che quella di domani sarà una partita di cartello. Miccoli dal primo minuto? Non rispondo a questa domanda, perché non è giusto nei confronti del gruppo. Fabrizio è il nostro capitano e lo stimiamo, ma ribadisco non chiedetemi  sempre questo ad ogni vigilia”.

“RE DAVID” E COMPAGNI – La squadra dell’ex Francesco Cozza è un avversario temibile e con una rosa di qualità: “La Reggina ha perso immeritatamente l’ultima partita con il Messina, ma ha una rosa che pur giovane è anche d’esperienza, visto che molti loro elementi hanno già disputato dei campionati importanti. La squadra di Cozza ha un centrocampo importante, poi davanti hanno un vecchietto che sia chiama David Di Michele da temere e che tutti conosciamo molto bene. Hanno Insigne che si è già comportato molto bene, Viola in cui ci hanno sempre creduto, Rizzo e Dall’Oglio che hanno qualità. Dovremo essere molto attenti quando loro saranno più bassi, perché hanno dei giocatori di gamba in mezzo al campo. I calabresi faranno la partita? Giocano sempre con lo stesso atteggiamento e la gara vinta lo dimostra, in linea generale credo che inizialmente cercheranno di fare la partita e che partiranno molto alti”.    

IL MODULO – Dal 4-2-4 con cui il Lecce è sceso in campo per i primi 30’ a Matera sabato scorso, domani con i granata si dovrebbe passare da inizio gara al 3-5-2: “Da un paio di settimane stiamo lavorando sul 3-5-2, che riteniamo sia un sistema di gioco che si può adattare bene alle caratteristiche dei nostri giocatori. I pregi di questo modulo? Ogni sistema di gioco ha dei punti di forza e dei punti deboli, anche se la cosa fondamentale è mettere i giocatori a disposizione nelle migliori condizioni per esprimersi. Doumbia, ad esempio, lavorandoci su può fare anche il quinto di una linea a cinque perché ha le capacità atletiche, come anche lo stesso Mannini. Carrozza nasce come seconda punta, anche se poi nell’ultimo periodo ha giocato come esterno. Tutti i nostri calciatori hanno caratteristiche per giocare con il 3-5-2, poi, come sempre, dipende da come attacchi e da come ti difendi. Tutti i moduli hanno le loro specificità. Ho bisogno di avere alternative e ci stiamo lavorando, anche perchè ci mancano per infortunio due terzini destri (si riferisce a D’Ambrosio e al centrale Diniz, quest’ultmo adattabile anche a destra). Sabato scorso abbiamo cambiato a gara in corso e questo ci ha portato ad uscire dal campo con un risultato positivo. Stiamo dando, comunque, anche continuità ripassando i concetti dello scorso anno (si riferisce al collaudato blocco 4-2 con cui la squadra ha lavorato anche in ritiro, ndr), ma stiamo intraprendendo allo stesso tempo un’altra strada. Non so ancora come inizieremo tatticamente domani, devo ancora decidere”.

LEGA PRO UNICA – Quello appena iniziato sarà un campionato combattuto fino alla fine: “Quella di quest’anno sarà una stagione totalmente differente rispetto alla precedente quando non c’erano retrocessioni, mentre ora sono cambiate le regole. Questo ha comportato, anche se siamo ancora alla terza giornata, ad un campionato più equilibrato dove le squadre sono più forti rispetto alla media dell’anno scorso. Si è tornati, quindi, alla normalità con la regola delle retrocessioni e sono cambiati anche gli stati d’animo e gli equilibri”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.