Tempo di lettura: 3 minuti

10656399_10203382539896732_2147013979_nLECCE (di Italo Aromolo) – Il Lecce vince nel gioco e convince ancor più nei numeri. Il bilancio delle occasioni da rete (7-2 in favore dei giallorossi) fotografa in modo abbastanza netto l’andamento del derby Lecce-Barletta, gara valida per la seconda giornata d’andata del campionato di Lega Pro, Girone C. Dopo l’inattesa sconfitta in casa della Lupa Roma, i salentini hanno conquistato il primo successo della stagione grazie alla rete di Gigi Della Rocca, che nei primi minuti del secondo tempo ha capitalizzato un’azione nata da calcio d’angolo, partita dal cross di Sandro Carrozza, proseguita con l’assist di testa di Davide Moscardelli e conclusasi con la girata vincente del bomber brindisino che ha trovato il portiere ospite Liverani impossibilitato nel compiere l’ennesimo miracolo della serata.

Il risicato 1-0 finale non rende a pieno la superiorità dei giallorossi, che, sia pur senza brillare come ai tempi dello scorsa stagione, hanno sfoderato una prestazione caratterizzata dall’occupazione costante della metà campo avversaria (un baricentro molto alto, con ben 37 palle giocate nell’area di rigore avversaria) e dalla sicurezza di un reparto arretrato finalmente tornato al pieno degli effettivi (16 i falli commessi). Il Barletta, apparso fin troppo rinunciatario in centri frangenti (solo 20 palle giocate in area di rigore), ha impostato la gara sull’organizzazione di una difesa ben assortita e sulle ripartenze orchestrate dai suoi tre tenori offensivi non particolarmente ispirati sabato (appena 2 i tiri in porta): gli uomini di mister Sesia hanno dovuto arrendersi al maggior tasso tecnico della formazione giallorossa che, diversamente dal passato, non ha concesso niente ai dirimpettai in termini di cali fisici e mentali.

della rocca golIl Lecce ha giocato (e vinto) la partita prevalentemente sulle corsie laterali, dove le giocate degli assi Lopez-Doumbia e Donida-Carrozza hanno prodotto continui rifornimenti di cross per la coppia d’attacco: sono addirittura 23 i traversoni messi in mezzo dalla “premiata ditta del cross”. Per rendere l’idea, gli uomini di Lerda hanno messo una palla in mezzo più volte di quanto i biancorossi di Sesia non si siano affacciati nell’area di rigore avversaria (23 cross per il Lecce – 20 palle in area per il Barletta). Il Barletta invece ha affidato le proprie velleità realizzative quasi esclusivamente ai tiri da lontano e ai calci da fermo (le uniche due occasioni sono nate da un calcio di punizione – tiro di capitan Radi nel primo tempo e da un calcio d’angolo – colpo di testa di Dell’Agnello nella seconda frazione di gioco).

Il dato che più di tutti evidenzia il leitmotiv della gara è quello relativo ai tiri effettuati: il Lecce ha tirato in porta esattamente tre volte in più del Barletta (un emblematico 6-2, che diventa 16-7 conteggiando anche i tiri/fuori respinti). Mentre la compagine salentina si è impegnata in continue sortite offensive (le 16 conclusioni totali significano un tiro ogni 6 minuti), il Barletta ha limitato le proprie iniziative di gioco soprattutto agli ultimi minuti di gioco, quando gli uomini di mister Franco Lerda hanno comprensibilmente sofferto (ma non più di tanto) l’arrembaggio degli avversari galvanizzati dall’ingiusta espulsione del terzino salentino Nicolò Donida.

statistiche Lecce-BarlettaIl coefficiente di pericolosità (calcolato tra i tiri effettuati e le palle giocate in area) mette in luce l’unico neo dei padroni di casa (0,45): ai giallorossi manca ancora quel pizzico di cinismo che, se avesse visto concretizzarsi in gol la gran mole di gioco creato, avrebbe permesso loro di chiudere la prima frazione di gioco con diversi gol di vantaggio. Lo 0,35 che ha raggiunto il Barletta, inferiore di poco al valore del Lecce, dice che la squadra ospite è riuscita a rendersi pericolosa in quelle (poche) occasioni in cui si è spinta in avanti, avvicinandosi di fatto a pareggiare una partita meritatamente persa come ha affermato negli spogliatoi lo stesso tecnico barlettano, Sesia.

Di seguito, ecco tutte le statistiche di Lecce-Barletta:

  • TIRI IN PORTA Lecce: 6 – Barletta: 2
  • TIRI FUORI/RESPINTI Lecce: 10 – Barletta: 5
  • PALLE IN AREA Lecce: 37 – Barletta: 20
  • CROSS EFFETTUATI Lecce: 23 – Barletta: 11
  • CALCI D’ANGOLO Lecce: 5 – Barletta: 7
  • FALLI SUBITI Lecce: 16 – Barletta: 16
  • FUORIGIOCO Lecce: 3 – Barletta: 0
  • COEFFICIENTE DI PERICOLOSITÀ: Lecce: 0,45 – Barletta: 0,35
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.