Tempo di lettura: 2 minuti
negro udc
Salvatore Negro

Sono stati approvati all’unanimità gli emendamenti presentati dall’UDC,  firmati dal Presidente del Gruppo regionale Udc, Salvatore Negro, in merito alla Legge di “Assestamento e prima variazione al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014” che prevede un contributo straordinario per le associazioni di volontariato ONLUS e le associazioni di Protezione civile; l’altro emendamento invece prevede la possibilità per i piccoli Comuni di eseguire opere di prevenzione degli incendi con l’ausilio dell’ARIF.

Ecco le dichiarazioni di Salvatore Negro:

 Contributo straordinario – “Si tratta di un impegno concreto considerato il ruolo sempre più rilevante di queste associazioni soprattutto in materia di prevenzione dei rischi ambientali e territoriali – ha spiegato il presidente Negro – Con l’approvazione del nostro emendamento il Consiglio ha previsto una dotazione finanziaria di 50mila Euro da destinare a tali associazioni. Il contributo sarà parametrato alla tassa di bollo automobilistico corrisposta nell’anno 2014 per i veicoli intestati alle associazioni ed effettivamente utilizzate per finalità di volontariato. Con questo provvedimento, il Consiglio regionale ha onorato l’impegno preso in sede di approvazione del Bilancio di previsione 2014 con l’approvazione dell’ordine del giorno, sempre a firma del Gruppo Udc, con il quale avevamo impegnato il impegnato il Governo regionale a concedere l’esenzione dal pagamento del bollo automobilistico ai veicoli utilizzati esclusivamente ai fini istituzionali e di proprietà delle Organizzazioni iscritte nel Registro delle associazioni di volontariato “Onlus” e nel registro delle associazioni di volontariato per la Protezione civile. Si tratta di una battaglia del Gruppo Udc, reiterata in ogni occasione, che si concretizza finalmente in un impegno necessario per alleggerire il carico contributivo che pesa sulle organizzazioni che operano nel terzo settore”.

Prevenzione degli incendi – “I Comuni con una popolazione inferiore a 10000 abitanti – ha spiegato il capogruppo centrista – potranno sottoscrivere protocolli d’intesa con l’Agenzia Regionale per le Attività Irrigue e Forestali (ARIF) al fine di eseguire opere di prevenzione degli incendi compresa la pulizia e la manutenzione delle strade rurali. La crisi economica e i drastici tagli operati nel corso degli anni dai governi nazionali, hanno limitato fortemente la spesa dei piccoli Comuni che non sono in grado di intervenire da soli nell’opera di prevenzione degli incendi che si sviluppano ogni anno soprattutto ai bordi delle strade rurali a causa della presenza di erba secca e sterpaglia. È un sostegno concreto nei confronti degli enti locali che mira a salvaguardare quel patrimonio unico del paesaggio rurale pugliese messo a rischio troppo spesso dall’incuria e dalle cattive abitudini degli uomini e a tutelare il prodotto dei nostri agricoltori che senza tali opere prevenzione vedono a rischio il proprio lavoro”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.