Tempo di lettura: 1 minuto
rigore Abruzzese
Abruzzese esulta dopo il rigore decisivo nei play-off col Pontedera

LECCE – Ripartire dalla voglia di dimenticare la brutta batosta del “Matusa” con il Frosinone e riscattarsi nella prossima stagione in Lega Unica: questo il Giuseppe Abruzzese pensiero in vista dell’inizio del nuovo campionato. Il difensore centrale di Andria è pronto per la nuova sfida: “Stiamo lavorando bene in questi giorni di ritiro, il gruppo dei calciatori è più o meno lo stesso dell’anno scorso, con in più degli innesti, che oltre ad essere degli ottimi calciatori sono anche dei bravi ragazzi. L’amichevole di ieri – ha spiegato l’ex capitano del Crotone, classe 1981 – è andata bene, sono sempre dei test che tornano utili. Le gambe vanno sempre meglio, nonostante al mattino avessimo effettuato dei carichi di lavoro importanti. Come dicevo la maggior parte della rosa è stata confermata, sotto la guida di mister Lerda. Il tecnico ci conosce e noi sappiamo il suo modo di lavorare.

AVANTI TUTTA –  Fare gruppo  ed essere tutti uniti per il raggiungimento di un obiettivo comune, la serie B:  “Dopo l’epilogo negativo della finale di Frosinone, ripartiamo come chi ha dentro qualcosa che brucia ancora. Io non ho iniziato la scorsa stagione con la maglia giallorossa, ma, sicuramente, posso dire che quell’avvio ha condizionato il nostro cammino. La conoscenza tra di noi è un vantaggio ed il nostro compito è quello di lavorare bene in questo periodo e di farci trovare pronti per la prima gara di Coppa Italia. I nuovi arrivati hanno qualità, esperienza ed entusiasmo e avranno facilità ad inserirsi in un gruppo che a livello umano ha dei valori e tutte queste sono delle componenti importanti per ottenere dei risultati in campo”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.