Tempo di lettura: 1 minuto

Non ce l’ha fatta la tarantina Roberta Vinci a centrare, alla dodicesima finale (la seconda in una settimana dopo Bucarest), il decimo titolo in carriera: la 31enne è stata sconfitta a Istanbul (torneo Wta con 250.000 dollari di montepremi, campi in cemento), con un doppio 6-1, dalla danese Caroline Wozniacki.  Troppo netta la superiorità della ex n.1 del mondo rispetto all’azzurra, apparsa peraltro stanca. Il match non ha avuto storia e la danese, alla 35esima  finale, ha conquistato il 22esemo titolo in carriera.

IL MATCH – Primo set da dimenticare per la Vinci. Statica, fallosa e stanca, l’azzurra subisce la maggiore incisività della ritrovata Wozniacki che, si muove benissimo, colpisce alla grande e piazza, subito, un break in avvio, 3-0. Roberta sembra scuotersi nel quinto game ma l’occasione per accorciare le distanze viene vanificata dall’ottima difesa della danese che, poco dopo, alla sesta opportunità, su un doppio fallo della tarantina, incamera il secondo break che gli vale il 6-1 in 40 minuti. L’equilibrio dura pochissimo anche nel secondo parziale. Dall’1-1 arrivano 3 game di fila per Caroline (con altri due break subiti dalla Vinci) e, finale che, si chiude velocemente con un altro 6-1.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.