Tempo di lettura: 3 minuti

Tesoro, leccezionale.itLECCE (di Carmen Tommasi) – Sarà un weekend caldo e impegnativo per il diesse del Lecce, Antonio Tesoro. Il direttore sportivo giallorosso, mentre la squadra si prepara per partire in ritiro pre-campionato a Saint Vincent, è impegnato a Milano per alcuni incontri importanti per riportare alla corte di Franco Lerda delle pedine di lusso della passata stagione e magari anche qualche importante new entry.

VERSO IL RINNOVO – Giorni fondamentali questi per il futuro in giallorosso di due difensori Kevin Vinetot (il centrale ex Crotone deve risolvere delle pendenze personali con il Genoa e poi dovrebbe tornare a titolo definitivo nel Salento) e Walter Lopez. Nelle prossime ore è in programma l’incontro tra Tesoro junior e Pablo Betancourt, agente dell’uruguaiano, ma tranne clamorosi sviluppi l’ex Penarol dovrebbe rimanere in giallorosso (squadra con cui ha iniziato ad allenarsi in questi giorni e con cui ha sostenuto le visite mediche). Così come Nicholas Caglioni, svincolato dallo scorso 30 giugno, ma vicinissimo al rinnovo di un anno con il club di Piazza Mazzini. Stesso discorso vale per il centrocampista brasiliano Gabriel Sacilotto, mentre sono ancora da valutare le situazioni degli svincolati Erminio Rullo e Adriano Ferreira Pinto (i due si sono aggregati al gruppo e si stanno allenando con il resto della squadra, ma il rinnovo del contratto non è dato per certo).

IN FORSE – Sono ancora da valutare le posizioni dei due uruguaiani Mariano Bogliacino e Nicolas Amodio che potrebbero restare, ma anche dire addio alla maglia giallorossa. I due esperti centrocampisti, se trovassero un’adeguata sistemazione, potrebbero trasferirsi altrove. Anche perché è ancora da capire se possono risultare utili alla causa Lecce, anche per la prossima stagione. Su di loro, nei giorni scorsi, il tecnico di Fossano si è espresso in maniera più che positiva: ““Per me sono dei giocatori che l’anno scorso hanno dato e molto affidabili, poi gli sviluppi del mercato vanno oltre le mie competenze, ma dal punto di vista tecnico-tattico sono due elementi che stanno bene in questo gruppo. Chi ha il contratto per me c’è e fa parte della squadra”.   

GLI ADDII – Hanno fatto le valigie e si sono accasati lontano dal Salento Dario Barraco (al Catanzaro), Tommaso Bellazzini (all’Unione Venezia seguito dal salentino Simone Sales che ha atteso invano e speranzoso la chiamata del Lecce), Filippo Perucchini e Luigi Falcone (entrambi al Varese: il primo ha prolungato fino al 2016 e poi si è trasferito a titolo temporaneo al club di serie cadetta, mentre il secondo è stato ceduto a titolo definitivo). Nel frattempo, si cerca una sistemazione per Max Benassi  fuori dai piani societari: per l’ex Reggina e Juve Stabia, sotto contratto fino al 2017, c’era un timido interessamento del Pescara, ma al momento la situazione del portiere è in stand-by. Ha salutato il “suo” Lecce anche l’estremo difensore di Melendugno, Davide Petrachi, svincolato e in cerca di altra sistemazione.

IN ENTRATAAntonio Tesoro, in queste intense giornate milanesi all’Ata Hotel, sta valutando tre centrocampisti che potrebbero arrivare a rinforzare la rosa: si tratta di Marco Mancosu del Benevento, Cristian Caccetta del Trapani e Giulio Sanseverino del Palermo. La prima scelta, però, sembra essere proprio Mancosu corteggiato da tempo dal direttore sportivo originario di Spinazzola. E in avanti, dopo l’arrivo dell’esperto Luigi Della Rocca, serve sicuramente almeno un’altra importante pedina per rendere più appetibile il reparto, la cosiddetta “ciliegina sulla torta”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.