Tempo di lettura: 1 minuto

esultanza giocatori LecceLECCE (di Carmen Tommasi)“Ciao, maledetto ciao…” canta a gran voce Gianna Nannini, ma in questo caldo luglio la canzone non si addice al “caso” del Lecce, perchè tutti, o quasi, vogliono rimanere alla corte della squadra allenata da Franco Lerda. I reduci della incredibile rimonta della passata stagione hanno voglia di ricominciare in maglia giallorossa la Lega Unica ed aspettano speranzosi che il telefono squilli per un rinnovo tanto sognato ed atteso.

A partire dal portierone Nicholas Caglioni che ha espresso a gran voce la voglia di restare, a Erminio Rullo pronto a firmare un annuale, a Simone Sales che piace anche altrove, ma che vuole continuare a giocare nella squadra della sua città, a Walter Lopez ritornato in questi giorni nel Salento in vacanza con la famiglia e in trattativa serrata con la famiglia Tesoro, al brasiliano Adriano Ferreira Pinto che, a 35 anni, sarebbe ben lieto di mettere a disposizione la sua esperienza alla causa Lecce e per finire al centrocampista Gabriel Sacilotto voglioso di dimostrare le sue qualità dopo una stagione condizionata da “intensi” problemi fisici. E poi, c’è Franco Lepore, leccese doc e nello scorso campionato alla Nocerina,  che spera e non smetterà mai di farlo di indossare ancora quella amata maglia.

Iniziare dal Lecce per riscattare la brutta delusione, la seconda di fila, nella finalissima play-off al “Matusa” di Frosinone dello scorso 7 giugno e questa volta, ancora di più, “cu llu sangu all’ecchi”. Il diesse Antonio Tesoro, oggi e domani, è a Milano per chiudere alcune importanti trattative in entrata (in primis è attesa la firma dell’attaccante brindisino Gigi Della Rocca, classe ’84, ex Cremonese), ma nel frattempo c’è chi aspetta con ansia una sua chiamata con la voglia accesa di restare, di rinnovare.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.