Tempo di lettura: 3 minuti

vinetotSQUINZANO (di Carmen Tommasi) – Contro il Benevento si è piazzato al centro della difesa giallorossa e non ha fatto “respirare”  il bomber Felice Evacuo. Kevin Vinetot, scelto dal tecnico Franco Lerda per prendere il posto di Gilberto Martinez, contro i campani di Fabio Brini è stato uno dei migliori in campo e il giocatore in difficoltà e poco in palla visto nelle prime gare di campionato, adesso è solo un lontanissimo ricordo: “Quando Zigoni ha segnato il secondo gol abbiamo capito di aver messo la qualificazione in tasca anche perché ormai mancava pochissimo alla fine del match. Un giudizio su mister Chini in panchina? È stato molto bravo e tranquillo. Ci ha fatto capire che cosa voleva –spiega il difensore centrale giallorosso, 26 anni il prossimo 14 giugno- mister Lerda da noi, ma io dalla tribuna non ho sentito le urla del mister (scherza, ndr). Da oggi penseremo solo al Frosinone e speriamo anche nel sostegno del nostro pubblico. I nostri tifosi sono fondamentali per noi, perchè ci sostengono sempre, questo soprattutto nei momenti di difficoltà, ci danno una carica maggiore”.

IN CAMPO DAL PRIMO – L’ex Crotone domenica contro il Benevento è stato schierato titolare e non ha fatto rimpiangere “El Tuma” Martinez: “Durante gli allenamenti settimanali il mister mi aveva provato e quindi avevo capito che avrei giocato titolare, anche se la certezza finale è arrivata solo domenica quando il nostro allenatore ci ha comunicato la formazione. Sappiamo che le scelte spettano al mister, nessuno ha il posto garantito, siamo professionisti ed accettiamo le sue decisioni”.

IN CRESCENDO – Con la rimonta in classifica della squadra giallorossa e con l’arrivo dell’allenatore piemontese, il difensore francese è cresciuto a suon di prestazioni importanti: “A livello personale dopo un avvio in cui come tutta la squadra ho incontrato delle difficoltà, con il passare delle giornate sono cresciuto. Ad inizio stagione sentivo la fiducia da parte dell’ambiente e poi sono migliorato piano piano grazie all’arrivo di mister Lerda che mi ha fatto sentire importante e mi ha dato fiducia, dandomi anche la fascia da capitano in Coppa Italia”.

GRADINO FROSINONE –  Domenica prossima, per la finale d’andata playoff, arriva al “Via del Mare” la squadra dell’ex Roberto Stellone: “Contro il Frosinone giochiamo per vincere e proveremo a fare più gol possibili. Chiudere la gara in casa con tantissime reti? Magari (sorride, ndr). Dovremo preparare al meglio il match contro i ciociari, come abbiamo fatto con tutte le altre partite. Dobbiamo essere attenti a ciò che ci dirà il mister che studia bene tutti li avversari. Il Frosinone è arrivato secondo e quindi vuol dire che ha qualità ed è una buona squadra, noi però sappiamo che gruppo siamo e che valiamo di più di un terzo posto conquistato in stagione. Abbiamo dimostrato tutte le nostre possibilità e dobbiamo continuare a farlo. Il mio futuro in caso di serie B? Sono in prestito dal Genoa, ma io qui mi trovo benissimo e l’ambiente è perfetto. Lecce è una bella piazza, anche mia moglie Betty e mia figlia Lina, di due anni, si sono ambientate alla grande. Quindi dico che resterei a Lecce”. 

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.