Tempo di lettura: 1 minuto

Notte-di-San-lorenzoLECCE – Quella che sta per arrivare potrebbe essere una notte di “stelle cadenti”. Secondo gli astronomi, infatti, uno sciame meteorico sarebbe generato dai detriti disseminati nello spazio dalla cometa P/209 linear, che però è stata scoperta molto di recente, quindi non si sa ancora se sia realmente in grado di produrre una quantità di detriti tale da creare uno spettacolo celeste degno di nota.

Il solo dato certo è che la Terra incrocerà lo sciame quando in Italia saranno ormai tra le 9:00 e le 10:00 del mattino. Ciò significa che alle nostre latitudini saremo fortemente penalizzati in quanto, proprio nel momento clou, qui da noi sarà pieno giorno; al contrario, saranno nelle migliori condizioni osservative gli Stati Uniti ed il Canada.

stelle-cadentiMa tentar non nuoce e, chi ne avesse proprio voglia, potrebbe monitorare il cielo stanotte fino alle prime luci dell’alba. Il punto dal quale sembrano provenire le meteore è collocato nella Costellazione della Giraffa, su per giù vicino la Stella Polare. Tuttavia, sarebbe opportuno tenere d’occhio tutta la regione di cielo sia a Nord che ad Est, che ad Ovest ed anche allo zenit.

La cosa da fare sarebbe quindi recarsi lontano dai centri abitati per non esser disturbati dall’inquinamento luminoso prodotto dall’illuminazione pubblica. Osservare poi ad occhio nudo: binocoli o altri strumenti ottici restringerebbero il campo visivo tagliando fuori dalla nostra visuale molte scie luminose.

C’è la possibilità che, oltre a colpire la Terra, questi detriti cadano anche sulla Luna, che questa notte sarà una piccola falce in fase decrescente. In questo caso, si potrebbe utilizzare un piccolo telescopio per monitorare la superficie del nostro satellite, quella in ombra, che in caso di impatto da parte dei detriti, mostrerebbe piccoli lampi.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.