Tempo di lettura: 2 minuti

A sinistra Di GioiaAl torneo “Talent League of boxing”, si è archiviata anche la prima giornata di ritorno della regular season (Girone C). Sabato 10 maggio, a Chieti Scalo i Lupi-Briganti (team che raggruppa i Comitati Regionali Puglia-Basilicata e Abruzzo-Molise) hanno affrontato per la seconda volta, la compagine capolista del Girone C, gli Squali Borboni (Campania-Calabria), mentre hanno riposato le Pantere-Aragonesi (Sicilia-Sardegna). All’interno del Pala S. Filomena di Chieti Scalo, si è svolta la kermesse organizzata dalla Pugilistica Diodato Chieti, sotto l’egida della Federazione Pugilistica Italiana. Per i Lupi Briganti, diretti dai tecnici Simone Di Marco e Francesco Stifani, c’è comunque soddisfazione, nonostante la sconfitta per 6-8. In effetti, la formazione locale e il team leader Fabrizio Baldantoni, erano consapevoli della forza degli avversari e, alla vigilia dell’appuntamento in terra abruzzese, qualcuno aveva pronosticato un passivo decisamente più corposo. Così non è stato, grazie alla prova eccellente dei ragazzi di Di Marco e Stifani, riuscendo a collezionare ben 5 preziosi pareggi, una vittoria e due sconfitte. A questo punto i Lupi Briganti, conservano la seconda posizione nella classifica del Girone C con 24 punti, dietro agli Squali-Borboni (saliti a 29) e davanti alle Pantere-Aragonesi (9). Peraltro, i Lupi Briganti, restano attualmente la migliore seconda classificata dell’intero torneo, un piazzamento che consente -a due giornate dalla conclusione della regular season- il ripescaggio per le semifinali: le altre tre formazioni saranno le vincitrici dei rispettivi tre gironi.

«La prova sciorinata dai nostri ragazzi ha dimostrato ancora una volta le qualità tecniche ma soprattutto l’attaccamento alla maglia  -spiega il team leader dei Lupi Briganti, Fabrizio Baldantoni Il compito era quello di contenere il più possibile la forza degli avversari e devo ammettere che soprattutto in alcuni casi, abbiamo assistito a match che potrei definire d’altri tempi. Il finale di 6-8 ha confermato l’elevato tasso tecnico degli ospiti ma da contraltare ha evidenziato il carattere straordinario dei Lupi Briganti, capaci di sopperire, in alcuni frangenti all’oggettivo gap tecnico, considerato che la maggior parte degli atleti che compongono la formazione degli Squali Borboni, appartengono ai Gruppi Sportivi, quindi pugili che gravitano nel giro della nazionale e che possono vantare un’esperienza di un certo spessore. Concludo complimentandomi anche con i tecnici Di Marco e Stifani, per il loro lavoro; infine un plauso anche alla società organizzatrice, la Pugilistica Diodato Chieti, per aver accolto con professionalità questa quarta tappa della regular season».

Dopo aver archiviato il programma della quarta giornata, di scena nello scorso weekend, il Girone di ritorno, proseguirà il 24 maggio a Catania (Squali Aragonesi vs Lupi Briganti) e il 7 giugno a Caserta (Squali Aragonesi vs Pantere Aragonesi).

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.