Tempo di lettura: 4 minuti

Berretti esultaSUPINO (di Gabriele De Pandis) – Cambiano le fasi del campionato, si alza la posta in palio e la tensione agonistica attorno ai match, ma non cambia la fame di vittoria della formidabile squadra “Berretti” di mister Pedro Pablo Pasculli. I giovani giallorossi espugnano il campo dei pari età del Frosinone con uno 0-2 senza repliche e mettono in ghiaccio la qualificazione ai quarti di finale del campionato.

Nel ritorno allo stadio “Colaci” di Calimera tra sette giorni basterà serrare le fila e non sottovalutare l’impegno in quanto, probabilmente, i ciociari verranno nel Salento per giocarsi il tutto per tutto. La bella vittoria in terra laziale è stata propiziata dalle firme di Leandro Versienti ed Andrea Cicerello, due “frecce” sull’out destro dei Pasculli-Boys tra i migliori in campo in questa stagione.

Andrea CicerelloPrimo tempo– Pedro Pablo Pasculli non ha tradito il suo credo tattico nonostante l’alta posta in palio e si è presentato in casa del Frosinone, quarto in classifica nel girone D del campionato “Berretti” dietro ad Ascoli, Ternana ed Aversa Normanna, col solito 4-2-3-1 tutto pepe, velocità e tecnicismo. Davanti al rientrante Chironi tra i pali, hanno operato i centrali Castellana e Morello ed i terzini Versienti a destra e Fersini a sinistra. A centrocampo Risolo e Monaco hanno fatto da frangiflutti e le guardie del corpo al trio di trequartisti Cicerello-Parlati-Montinaro, a loro volta a supporto dell’unica punta Mattia Persano. L’inizio è stato subito scoppiettante e ben giocato dalle due squadre: sia i Pasculli-Boys, sia i ragazzi di Marsella hanno iniziato la partita con il piede sull’acceleratore cercando subito il vantaggio. Con il passare dei minuti, però, il Lecce ha preso le misure ai gialloblù ed ha dato vita ad un primo tempo giocato in una sola metà campo. Il martellante e continuo tambureggiare dei giallorossi sulla trequarti frusinate ha portato al vantaggio già al 15’: grande azione di Mattia Persano, bravo ad ammattire due difensori ciociari con una finta, servizio per Andrea Cicerello e gol dello 0-1 firmato dall’esterno di San Cesario che può vantare una presenza in Lega Pro, raccolta nel 3-0 di campionato contro il Pontedera. Il vantaggio ha caricato ancor di più i Pasculli-Boys, in totale controllo del match con un Frosinone quasi alle corde. Parlati, Persano e Montinaro non sono riusciti a sfruttare delle occasioni per schiantare subito la (poca) resistenza opposta dai ciociari.

Leandro VersientiLa pochezza mostrata dai ragazzi di mister Marsella però ha portato, giustamente, al raddoppio giallorosso, arrivato attorno al minuto 33: azione partita dai piedi di Leo” Versienti, palla per Persano che, con tantissimo spirito di sacrificio e tantissima generosità rara per una punta, conquista la profondità e serve un perfetto cross per lo stesso Versienti, bravissimo a seguire l’azione del suo compagno e freddo nella trasformazione di piatto tra due difensori gialloblù quasi impossibilitati a contenere la furia agonistica dello straripante terzino novolese. Il Lecce ha poi macchiato un po’ un primo tempo ai limiti della perfezione con l’infortunio agonistico occorso alla retroguardia al 45’: “giro palla” innocuo degli uomini del reparto arretrato giallorosso, errore in fase di controllo di Andrea Castellana e fallo da ultimo uomo dello stesso “centralone” grottagliese sulla punta del Frosinone punito con il cartellino rosso dal direttore di gara.

Secondo tempo– L’inferiorità numerica, ovviata un po’ anche dalla sicura carica iniettata da Pedro Pablo Pasculli negli spogliatoi, ha regalato un secondo tempo altrettanto efficiente ai giallorossi. Il Frosinone, forte del power-play regalato dal “rosso” a Castellana, ha cominciato bene il secondo tempo, ma i ragazzi di Marsella non sono andati oltre ad un arrembante agonismo. Gianmarco Chironi, estremo difensore giallorosso, ha tranquillizzato i suoi con due interventi su altrettante folate ciociare che comunque non hanno fatto scattare nessun campanello d’allarme nella retroguardia salentina. Il portiere di Surbo è stato bravo e attento su di un cross mal calibrato da un esterno frusinate che poteva portare guai alla porta leccese. Dopo questo piccolo break da parte del Frosinone il Lecce, grazie all’ingresso di Cassano per Parlati, di Guadalupi per Montinaro e di Potenza per Versienti, si è equilibrato tatticamente arretrando il proprio baricentro ed ha contenuto senza problemi gli avanti gialloblù. Nel lavoro difensivo dei Pasculli-Boys il ruolo da padrone è stato occupato dalla “roccia” Andrea Risolo, bravissimo a rompere e costruire a metà campo con massiccio quantitativo di corsa regalato alla causa giallorossa. Il finale, più che tranquillo per la porta di Chironi, non ha regalato sussulti e la “Berretti” giallorossa può gioire per un gran bel risultato che mette in discesa il compito da svolgere fra sette giorni sul manto erboso del “Colaci” di Calimera, con vista dritta sui quarti di finale.

Convocazioni in Nazionale – E le buone notizie per i Pasculli-boys non finiscono qui. Lo stesso Andrea Cicerello, insieme al compagno di squadra Guadalupi, sono stati infatti convocati in Nazionale di Lega Pro Under 18 per la gara amichevole contro l’Under 17 a Romans d’Isonzo in programma il prossimo 21 maggio.

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.