Tempo di lettura: 2 minuti

DISODISO (di Pierpaolo Sergio) – I giorni tanto attesi sono arrivati. A Diso, comune del Sud Salento a pochi passi da Castro, si celebrano infatti per cinque giornate i festeggiamenti in onore dei patroni, i Santi apostoli Filippo e Giacomo. Una festa particolarmente sentita da tutta la comunità locale, ma anche da parte dei fedeli dei vicini centri che raggiungono la deliziosa località salentina per assistere soprattutto al fantasmagorico festival del Sud Italia di luci e suoni che regalano le spettacolari luminarie. L’appuntamento richiama in paese decine migliaia di persone (si parla di oltre 40.000 presenze) provenienti anche da fuori provincia e da fuori regione per un evento che si articolerà fino a domenica prossima, 4 maggio, tra celebrazioni civili e riti religiosi che culminano oggi, giovedì 1 maggio, nella solenne processione dei settecenteschi simulacri di scuola napoletana  che raffigurano i patroni per le vie del borgo con a capo il parroco, don Adelino Martella.

Per settimane, le ditte incaricate (“MIGLIORE LUX” di San Felice a Cancello – Caserta; “PAULICELLI INTERNATIONAL” di Capurso – Bari e la “LUMINARIE SANTORO” di Alessano – Lecce) dell’installazione delle strutture che sorreggono i giochi di luci a led computerizzati sono state al lavoro per assicurare la perfetta riuscita della manifestazione tanto partecipata e cara alla popolazione.

Diso fuochi artificioAd organizzare l’evento, che si svolge ormai da oltre un secolo, sono state l’amministrazione municipale del Comune salentino, guidata da Antonella Carrozzo, ed il Comitato Festa in onore dei santi protettori apostoli Giacomo e Filippo. A richiamare l’attenzione di un numero di visitatori che cresce di anno in anno saranno poi gli spettacoli di fuochi pirotecnici, che vedranno fronteggiarsi in una sfida a tutto campo le migliori ditte nazionali del settore.

A corollario della festa, ci saranno, tra le altre, le esibizioni canore di Mariella Nava (2 maggio), dei Dirotta su Cuba (3 maggio) e della Compagnia popolare AriaCorte (4 maggio). La festa patronale di Diso rientra, quest’anno, tra le manifestazioni a supporto della candidature della città di Lecce quale Capitale della Cultura 2019.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.