Tempo di lettura: 2 minuti

Bogliacino, leccezionale.itLECCE (di Carmen Tommasi) – Vietato sbagliare: massima concentrazione, battere il Pisa e sperare in un qualcosa di difficile, ma non impossibile. È concentrato e crede nel “suo” Lecce Mariano Bogliacino, in vista di quella che lui definisce “la partita della vita”, la gara da non sbagliare e da giocare al massimo delle proprie possibilità, in un campionato dove nessuno regala nulla: “Siamo concentrati e non vediamo l’ora di giocare la partita di Pisa, dobbiamo solo pensare a vincerla altrimenti poi è inutile fare altri calcoli. Io sto meglio e non sarò sicuramente al 100%, ma mi sto allenando bene -spiega il centrocampista di Colonia del Sacramento, classe ’80- e sono in crescita. Certo non ho i 90′ nelle gambe, ma sono contento che il mister mi abbia fatto giocare 30′ con il Frosinone, sono a sua completa disposizione e pronto a scendere in campo”.

SETTIMANA DELICATA – La preparazione dei giallorossi in vista dell’ultima sfida della “regular session” prosegue nel migliore dei modi: “Stiamo lavorando con calma e con molta voglia che arrivi subito la partita di domenica per giocarla. Siamo concentrati sulla nostra gara contro i toscani, anche perchè dobbiamo vincerla per forza e se non la vinciamo sarà poi inutile pensare ad altro. Siamo consapevoli che è la partita della vita, anche perché il Pisa è una buona squadra che non ti regala nulla”.

PARTENZA ANTICIPATA – La squadra partirà alla volta della Toscana domani dopo l’allenamento del mattino: “Partiamo domani anche perché c’è un problema di aerei, ma lo facciamo anche per essere più concentrati e non regalare nulla al nostro avversario. Siamo consapevoli di quello che ci giochiamo e andiamo in Toscana due giorni prima anche per stare insieme e tutti uniti”.

LOTTERIA PLAYOFF – L’ex Napoli preferirebbe evitare l'”agonia” dei playoff, ma è consapevole della forza del suo Lecce: “Se si possono evitare è meglio, ma sappiamo che siamo una grande squadra, poi stiamo bene in tutti i sensi sia fisicamente che psicologicamente e se dobbiamo giocarli sono fiducioso. Lo scorso anno? Siamo arrivati corti e si vedeva che non avevamo forza nelle gambe; eravamo una buona squadra, ma siamo arrivati non al top: ora siamo diversi. Chi preferirei evitare tra Perugia e Frosinone? Un mese fa avevo già detto che gli umbri sono più sono più forti dei ciociari, ma guardiamo solo alla prossima gara e poi vediamo se fare o meno i playoff”.

SUPER “DUDU” – Il giocatore che potrà fare la differenza in questo scorcio finale e che l’ha già fatta per tutta la stagione, per l’esperto giocatore uruguaiano, è Abdou Doumbia: “Per me un elemento che è stato decisivo quasi tutto l’anno è Doumbia e per noi lui è importantissimo, perché è uno che punta l’avversario e che fa salire la squadra. Per me è un giocatore  importante e sono certo che lo sarà ancora, ma noi, comunque, siamo un gruppo e chi entra fa bene. Vogliamo andare in B e portare il Lecce dove merita”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.